Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Terracina, forte presa di posizione della società

In merito al comunicato dei calciatori biancocelesti, che lamentavano ritardi nei rimborsi, ecco la risposta della dirigenza



La stavamo aspettando ed eccola qui. La dirigenza del Terracina non ci sta e dopo il comunicato pubblicato dai calciatori, che lamentavano dei ritardi nei rimborsi, la società ha emesso un comunicato stampa che riportiamo di seguito.

Attilio Saturno, proprietario del Terracina"A seguito del comunicato dei calciatori e dello staff del Terracina Calcio, la società tiene a precisare che la testata Anxur Time ha concesso il diritto di replica solo dopo un'ora dalla pubblicazione dell'articolo e per rispetto dei giornalisti e delle persone che lavorano nella stessa, si è deciso di rinviare ogni comunicato alla giornata seguente. La stessa società aveva manifestato da tempo lo stato di disagio agli stessi supporters e all'amministrazione come da ultima pubblicazione sulla pagina Facebook.
E' oramai un triennio che nessun imprenditore e' vicino al Terracina Calcio, se non pochi amici della proprietà a tutti oramai ben noti. Una società che ha quasi vinto due campionati, raggiungendo il massimo traguardo della sua storia, senza alcun sostegno pubblico e privato, ha ragione di vivere momenti di disagio, ma non di essere trascinata nel baratro. La forza della tifoseria purtroppo in questa gestione e' stata impalpabile per varie vicissitudini ben note, seppur il sacrificio e lo sforzo di tanti tifosi non sia poi stato ripagato sul campo con il massimo risultato.
Purtroppo le scelte scellerate di questa ultima stagione, delle quali il Presidente si è preso da tempo tutte le responsabilità, hanno portato a risultati avvilenti dal punto di vista sportivo ed organizzativo. Nonostante tutto la società ha deciso di rilanciare la squadra nel mese di dicembre, ma la rotta non è cambiata . La gestione mensile di questa equipe è pari ai trentamila euro. Questa squadra per 3/4 ha ritardi per i rimborsi di un solo mese, mentre almeno tre calciatori ed aggiungiamo qualcuno dello staff e del personale lamenta ritardi intorno ai tre mesi, ma le prestazioni degli atleti non sono mai state commentate con la stessa acredine del comunicato. Abbiamo manifestato alla pubblica opinione ed all'amministrazione la situazione economica e la disponibilità a qualsiasi soluzione. Siamo in attesa. Probabilmente i numeri spaventeranno chi si avvicinerà alla trattativa: questo i calciatori più pagati lo dovrebbero capire, anche per il rendimento finora fornito. Ci sono contratti di sponsorizzazione non rispettati, e promesse non mantenute, purtroppo tutto documentato. Ma continuiamo a mantenere il riserbo verso certe posizioni per rispetto delle professionalità e delle carriere di alcuni tesserati. Ma senza segnali concreti saremmo costretti a dilapidare il patrimonio economico, strutturale ed organizzativo di questi anni ancora una volta senza diritto di replica.
La menzogna emergerà allora in tutta la sua portata: le difficoltà della società sono evidenti, compromettono la vita personale e professionale dei soci, dell'amministrazione e dei collaboratori veri, ma nessuno ha mosso un dito. Sono tutti fuggiti di gran lena".