Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Tiziano Chilelli volta pagina dopo il pareggio di Latina: "Siamo entrati in campo con troppa leggerezza"

Il capitano biancoleste torna sulla sfida contro i pontini e si prepara all'esordio casalingo contro la Virtus Fondi



Tiziano Chilelli (Foto © Cantarelli/S.S. Lazio C5)Reduce dal pirotecnico pareggio in casa del Latina dello scorso week-end, quando finì 7-7 in rimonta con tre espulsioni (due per la Lazio ed una per i padroni di casa), l’Under 21 di Alessio Medici torna in campo domani (domenica 19 Ottobre) alle 11.00 per la seconda giornata di campionato, la prima in casa dopo l’exploit di Supercoppa, contro la Virtus Fondi.

Tanti sono i fattori che hanno contribuito alla prestazione in chiaro scuro della prima di campionato, ma un risultato di parità per una squadra che si presenta ai nastri di partenza con lo Scudetto sul petto e con una Supercoppa già vinta, non può bastare.

La squadra lo sa e per bocca del suo capitano, Tiziano Chilelli, autore di cinque delle sette reti segnate dai suoi (di Scalambretti e Fortini le altre), esprime la sua amarezza per il risultato di Latina e promette riscatto immediato:

“C’è rammarico, perché era una partita che dovevamo vincere, siamo entrati in campo con troppa leggerezza pensando forse di aver già vinto e l’atteggiamento degli avversari ci, insieme ad altri fattori, ci ha messo in difficoltà. Siamo andati sotto, ci siamo innervositi, sono arrivate le espulsioni e lì abbiamo anche perso la testa”.

Cardillo e Scalambretti, espulsi, non ci saranno contro la Virtus Fondi domani, al pari di Mariello, ancora squalificato. Rientrerà invece Pistella, in un match da vincere assolutamente per riscattare subito il risultato deludente e riaffermare le ambizioni sul campionato:

“Siamo riusciti comunque, in condizioni difficili, a raggiungere almeno il pareggio, perdevamo 7-4 ed abbiamo anche rischiato di tornare a casa con una sconfitta. Il pari magari per loro sarà oro, ma per noi non è assolutamente un risultato positivo.

Abbiamo parlato tra di noi, nessuno è soddisfatto dell’ultima partita e domenica siamo chiamati a riscattarci immediatamente, dobbiamo per forza vincere”.

Tra l’altro, c’è un motivo in più:

“Oggi è il compleanno di Giacomo Luongo, cui faccio tanti auguri. Se arriverà la vittoria sarà senza dubbio dedicata a lui, che purtroppo non può ancora lottare in campo con noi anche se vorrebbe”.