Notizie

Tor di Quinto, Pezzali: "Mi aspetto un buon campionato"

L'allenatore è ottimista in vista della prossima stagione: "La squadra c'è, ma occhio a non sottovalutare nessuno"



Giulio PezzaliIn attesa dell'inizio del nuovo campionato, il tecnico del Tor di Quinto Giulio Pezzali traccia una panoramica generale sulla situazione della propria squadra.


Mister manca meno di un mese all'esordio in campionato. Come prosegue la preparazione della squadra e cosa si aspetta dalla prossima stagione?

"La preparazione procede molto bene, è dal 17 agosto che abbiamo iniziato a lavorare e piano piano i ragazzi stanno trovando la giusta condizione fisica. Inoltre, abbiamo partecipato anche al torneo Lodovichetti, cosa che ci ha permesso di avere un assaggio di campionato e mettere minutaggio nelle gambe. Per quanto riguarda la stagione mi aspetto un buon campionato da parte dei ragazzi".


A proposito del torneo Lodovichetti: avete conquistato il terzo posto, ma in semifinale siete stati sconfitti contropronostico dal Grifone Monteverde, squadra di categoria inferiore. C'è ancora qualcosa da poter migliorare?

"Sicuramente possiamo e dobbiamo fare meglio, ma se guardiamo com'è andata a finire quella partita, il risultato è stato veramente beffardo. Abbiamo fallito due-tre chance da gol clamorose, abbiamo sbagliato il rigore a pochi minuti dalla fine e poi siamo stati beffati proprio ai calci di rigore. Nonostante il Grifone giochi in una categoria inferiore, è un'ottima squadra e ci ha messo in difficoltà, però siamo stati parecchio sfortunati". 


Guardando all'inizio del campionato, le prime tre partite potrebbero essere abbastanza agevoli, poi dalla quarta alla sesta giornata avrete un vero e proprio tour de force con Savio, Urbetevere e Ostiamare una in fila all'altra.

"Credo che affrontare il Civitavecchia sul loro campo, alla prima giornata, non sia un esordio abbastanza semplice per noi. Poi per quanto riguarda gli scontri con le grandi, penso che quelle partite servano subito per testare le nostre vere forze. Alla fine le squadre vanno incontrate tutte, farlo subito o più tardi non cambia nulla". 


Invece, in generale, del girone A in cui siete capitati cosa ne pensa?

"Vedo molto equilibrio in entrambi i gironi, secondo me le squadre sono state spartite abbastanza equamente. Per quanto riguarda il nostro raggruppamento, ogni partita che andremo ad affrontare sarà impegnativa, abbiamo la consapevolezza che siamo un buon gruppo, ma non potremo permetterci di sottovalutare alcuna squadra".


Qual è l'obiettivo, se ce n'è uno, che si è posto per questa stagione?

"Io di solito non mi pongo degli obiettivi. Puntiamo solamente a fare bene, perchè se fai bene hai buone possibilità di arrivare fino in fondo e toglierti delle soddisfazioni".