Notizie

Tor Pignattara, tensioni e proteste nel pomeriggio. Traffico bloccato per oltre un'ora

I manifestanti del Comitato Certosa si sono opposti con una contro manifestazione all'assemblea organizzata dal Comitato Municipo V. Giovedì 23 di nuovo in piazza



Le immagini della protesta foto©GazzettaRegionaleTor Pignattara. Momenti di tensione oggi nel quartiere periferico della Capitale quando durante la manifestazione organizzata dai Comitati di zona per “ricostruire il quartiere”, sono giunti in Piazza della Marranella dei contromanifestanti appartenenti al gruppo ComitatoCertosa. Questi ultimi, un gruppo nutrito fra residenti del quartiere e immigrati di prima e seconda generazione, hanno protestato recando uno striscione con scritto “Il vero degrado è la guerra fra poveri”, una netta presa di posizione contro i motivi che avevano portato il Comitato Municipio V e gli altri comitati di quartiere associati a manifestare sotto lo slogan “Tor Pignattara non è periferia”.

Le ragioni della protesta. Diverse le  motivazioni dunque che hanno portato in piazza i due gruppi. “Siamo scesi in strada oggi – dice a “Gazzetta Regionale”, Giorgio Rezk del Comitato Municipio V – per quella che resta una manifestazione di raccolta firme apolitica. Noi vogliamo una regolamentazione delle attività commerciali che influiscono in maniera significativa al degrado del quartiere con la vendita di alcoolici durante le ore notturne, una presenza delle forze dell’ordine più importante e anche un controllo su quei locatori italiani che spesso creano una situazione di sovraffollamento locando degli immobili inadatti allo scopo abitativo”. Diversi invece i motivi deglioppositori alla manifestazione “Quelle che sono scese in piazza oggi sono presunte associazioni civiche spalleggiate in realtà da associazioni politiche di destra che negli ultimi anni hanno aggravato la situazione sociale del quartiere e della città- racconta uno dei manifestanti del Comitato Certosa –Noi non vogliamo che queste persone dietro le quali si nascondono politici e personalità conosciute continuino a speculare sulle disgrazie di un quartiere”.

Forze dell'ordine foto©GazzettaRegionaleTraffico paralizzato. Non sono mancati i momenti di tensione in piazza e sono dovute intervenire le forze dell’ordine che hanno allontanato il gruppo di contromanifestanti verso l’incrocio fra via Tor Pignattara e via Casilina, disperdendo il nutrito raggruppamento di oppositori. Sul fronte viabilità la circolazione delle autovetture in transito è rimasta completamente bloccata peroltre un’ora in entrambi i sensi di marcia ed il malumore degli automobilisti in transito ha causato ulteriori nervosismi nella già complicata situazione di Piazza della Marranella. 

Nuova manifestazione per giovedì 23 Ottobre. “Resta l’amarezza per chi viene a protestare contro un gruppo di persone impegnate per il quartiere – aggiunge Rezk al termine del raduno – Queste persone sono venute qui solo per opporsi a noi e avere visibilità, ma la piazza parla da sola e il quartiere è in dissenso con loro”. Sta di fatto che nel quartiere i problemi, inaspriti dalla morte del giovane pakistano Khan Muhammad Shahzad, restano palpabili e difficilmente si arriverà ad una soluzione rapida e condivisa dalle diverse anime che qui vivono. Intanto dopo l’intervento in serata del Senatore di Sel Massimo Cervellini nell’aula consiliare di Piazza della Marranella, l’ “Assemblea permanente dei cittadini e delle cittadine di Tor Pignattara” rilancia una nuova manifestazione pubblica per giovedì 23 ottobre dalle 15:00 “per protestare contro le condizioni indecenti in cui i cittadini e le cittadine sono costretti a vivere a causa delle inefficienze e delle mancanze delle amministrazioni pubbliche”.