Notizie

Tor Tre Teste, Bramante: “Dobbiamo arrivare fino in fondo”

Il tecnico descrive la propria squadra, illustrando gli obiettivi stagionali e il lavoro da svolgere per crescere



“Ho visto quello che mi aspettavo, ciò su cui abbiamo lavorato in settimana, sono soddisfatto” il commento di Daniele Bramante all’esito dell’ultimo test precampionato, vinto 5-0 dalla sua Tor Tre Teste contro la formazione della Lupa Roma. Ad attendere ora tecnico e squadra non resta altro se non pochi giorni di allenamenti prima dell’inizio della stagione. Scopriamo la rosa dei 2002, basandoci sulla descrizione accurata della guida, l’allenatore Bramante: “Si tratta di un gruppo composto in parte da ragazzi cresciuti nella nostra scuola calcio e in parte provenienti da altre realtà. Siamo ancora un cantiere aperto,  però siamo animati da un forte spirito, molto combattivo. Anzi, posso dire che i miei forse tirano fuori il meglio di sé proprio nei momenti più critici.” Per quanto riguarda le caratteristiche e peculiarità dei singoli, la Tor Tre Teste non avrà veri e propri interpreti possenti, da sfondamento: piuttosto che la Il tecnico Bramanteforza, si vedrà più spesso l’agilità: “Abbiamo una struttura fisica nella media, posso dire invece di avere una squadra dinamica, ho a disposizione giocatori con un bel passo, con una gamba importante, in possesso di buoni ritmi. Figure, che nella progressione possono essere davvero pericolosi. Sotto il profilo prettamente tecnico, il reparto più fornito è quello di centrocampo, dove ci sono due, tre elementi che costruiscono il gioco: sono un po’ il cervello della squadra. Chiaramente siamo più fisici nel reparto difensivo, dove invece cediamo qualcosa a livello tecnico: ma sono convinto che con il lavoro potremo sopperire a questa lacuna. Su cosa dobbiamo lavorare maggiormente? Penso proprio alla fase di non possesso, è da migliorare.” Da non dimenticare che la Tor Tre Teste non sarà di certo da sola, anzi: dovrà fare a spallate con grandi realtà in un girone ostico a dir poco: “Il raggruppamento è di ferro, ricco di grandissime squadre e, certamente, non ci fa stare tranquilli. Come affronatare le grandi? Sicuramente in base alle caratteristiche dell’avversario. Sono abituato a sfruttare i nostri punti di forza e ad individuare i punti deboli della controparte. Abbiamo una rosa molto ampia e piuttosto omogenea, potrei tranquillamente scegliere i giocatori da mettere in campo in base alle caratteristiche dei nostri avversari.” Parliamo della Tor Tre Teste, il discorso obiettivi è chiaramente indirizzato su un versante ben preciso, a prescindere dalla difficoltà del girone: “Dobbiamo arrivare fino in fondo. Sempre. Poi, vincere o non vincere è presto per dirlo. Sono convinto che nonostante gli alti e bassi del precampionato, con la rosa che ho a disposizione e, soprattutto, svolgendo un grande lavoro riusciremo alla fine a dire la nostra.”