Notizie

Tor Tre Teste e Lodigiani seconde, il Frosinone sorpassa il Savio

Lazio, primato blindato; l'Urbetevere è terza. Aurelio F.A. e San Cesareo retrocedono nei Regionali B a testa alta



La venticinquesima giornata di campionato emette alcuni verdetti importanti, in entrambi i Gironi, sia per quanto riguarda i piani alti che per quelli bassi della classifica.

GIRONE A

Bel gesto al Candiani, terzo tempo delle due squadreLa Lazio di Bianchi capolista si impone secondo pronostico in casa dell’Unipomezia e si qualifica come prima forza del raggruppamento: lo 0-5 finale del Maniscalco, frutto delle doppiette di Siclari e Di Fazio e del guizzo di capitan Napolitano, vale il pass diretto per la Semifinale Regionale, dove gli aquilotti faranno compagnia alla Roma di D’Andrea, in attesa delle vincenti dei due Quarti di Finale. Il big match del Candiani tra Nuova Tor Tre Teste ed Urbetevere vede uscire vincitrice per 2-1 la formazione rossoblu, aritmeticamente seconda. Al termine di una partita che delude sotto il punto di vista dell’intensità di gioco, ma non sotto quello delle emozioni, i ragazzi di Alfonsi prevalgono facendo valere l’esperienza maturata nei prestigiosi tornei disputati ed una maggior dinamicità, sfruttando l’atteggiamento leggermente più prudente del solito degli avversari. I centri di Ferrarini e Del Mastro vanificano il pareggio di Califano, ma al triplice fischio, alla luce di quanto visto in campo, rimane una certezza: Tor Tre Teste ed Urbetevere partiranno favorite nel primo turno dei play-off.

L’altro verdetto emanato è la retrocessione dell’Aurelio F.A., che lotta con il coltello tra i denti in casa della Vigor Perconti ma cade 5-1. La doppietta di Ndoj ed i gol di Rossi, Cerbara e Lanzone condannano i granata, a cui non basta il sigillo di Donnini ma che comunque hanno mostrato tutt’altro piglio da un mese a questa parte, credendoci e combattendo fino all’ultimo. Si salvano quindi il Vigili Urbani (a +3 con gli scontri diretti a favore), sconfitto 1-0, marcatore Pizzulli, sul campo della Totti S.S. ed il Massimina, che si arrende all’Atletico 2000 al termine di una sfida appassionante. Al Catena finisce 3-2 con i biancorossi a bersaglio con Corrado, Santi e Vagnoni, mentre i gialloblu con Sabatucci e Piermattei.

Infine Ostiamare e Montefiascone salutano il proprio pubblico con una vittoria: i biancoviola, abbastanza rimaneggiati, ringraziano Bello e Caldarozzi e si impongono 2-1 sulla Romulea, a cui non basta Corica; i falisci già retrocessi onorano il campionato e, trascinati da un super Pompili, autore di una tripletta, sconfiggono 3-0  il Ladispoli.


GIRONE B

Impresa del Cinecittà BettiniLa Lodigiani porta a casa il match di cartello contro il Tor di Quinto e blinda il secondo posto in classifica: alla Borghesiana la gara termina 1-0, decide Coccia, un risultato che manda ai Quarti i biancorossi ed elimina per matematica il club di via del Baiardo dalle Fasi Finali. Un epilogo giusto, considerando che il Tor di Quinto, mai sul podio in stagione, era la meno meritevole dei play-off nel trio di squadre composto con Frosinone e Savio. Ecco, il colpo di scena di giornata riguarda queste due compagini: i ciociari fanno il loro dovere e vincono con facilità in casa del Calcio Sezze, 0-5 con a segno i soliti Antonellis L. e Antonellis D, poi anche Pescosolido Cherubini e Savo; fa scalpore invece il risultato del Vianello, dove gli azzurri crollano clamorosamente 2-4 contro il Cinecittà Bettini di Pizzoni. Un esito da cui scaturiscono due conseguenze: i blues scivolano fuori dalla zona play-off al quarto posto, sorpassati dai ciociari, mentre contemporaneamente i rossoblu centrano la salvezza. Le reti ospiti di Di Renzo, doppietta, Costantini e Cherubini, a cui il Savio contrappone quelle di Scorzoni e Pesarin, vanificano infatti l’ottima vittoria del San Cesareo contro la Polisportiva Carso, 1-0 siglato da Pugliese, il tutto primo di quello che sarebbe stato lo scontro diretto per non retrocedere sabato prossimo. I ragazzi di Torcolini sono quindi costretti a salutare l’Elite, ma lo fanno con onore, avendo vinto quattro delle ultime cinque partite e sfiorato una salvezza che avrebbe avuto dell’incredibile.

La Roma trova la venticinquesima gemma consecutiva strapazzando 10-0 l’Anziolavinio: nel match senza storia di Trigoria saltano all’occhio la tripletta di Cangiano e le doppiette di Riccardi e Molinaro, insieme alle marcature di Barbarossa, Simonetti e Bamba. Dopo diverse sconfitte di fila, l’Aprilia ritrova il successo contro il Tor Sapienza già retrocesso, in un match che finisce 4-0 grazie alla doppietta di De Lullo ed ai gol di Cavariani e Bianco; in conclusione il rinato Certosa sfodera una gran prova in casa del Futbolclub, dove vince 2-4 opponendo alle reti locali di Impallomeni e Marcheggiani le due doppiette di Mazza e Demofonti.