Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Tormarancio, parla il ds Fabio Cirulli: "Abbiamo un organico importante. La vittoria di domenica lo dimostra"

Il dirigente è molto soddisfatto della squadra e del lavoro del tecnico: “Massimo Lupi è tra i migliori tecnici della categoria”



Da sinistra: Daniele Palombi, Fabio Cirulli e Marco Marziale C’è grande soddisfazione in casa Tormarancio dopo la prima vittoria stagionale, ottenuta nel sentito derby con la Garbatella, che ha portato in cascina i primi tre punti dopo il passo falso all’esordio con il Palocco. La Gazzetta Regionale è andata ad intervistare il ds del club, Fabio Cirulli, che ha analizzato lo stato di forma della squadra e gli ultimi movimenti di un calciomercato che ha visto il Tormarancio estremamente attivo per tutta l’estate. 

Direttore partiamo dal calcio giocato. Dopo la sconfitta all’esordio c’è stata la reazione con la Garbatella. Come giudica la squadra dopo le prime due partite di campionato? 

Sono molto soddisfatto dei nostri ragazzi. Già nella prima gara avevo avuto segnali positivi e visto sprazzi di buon gioco. Purtroppo con il Palocco siamo stati sfortunati, perché quando siamo andati in svantaggio la squadra ha reagito con grande determinazione, ma nel nostro momento migliore abbiamo subito il raddoppio in contropiede che ci ha tagliato le gambe. Oltretutto sono sicuro che quello del Palocco sarà un campo ostico per molte squadre. Siamo quindi tornati a casa con l’amaro in bocca, ma ci siamo subito rimboccati le maniche per preparare il derby e tutto questo lavoro è sfociato in una prestazione di alto livello che ci ha portato alla meritata vittoria. Siamo un gruppo molto compatto, dove tutti remano dalla stessa parte. Questo legame che si è creato porta la squadra a lottare unita, esaltando naturalmente anche le qualità dei singoli. 

Le due partite appena disputate sono state le prime per Massimo Lupi alla guida del Tormarancio. Come valuta il lavoro del tecnico che è stato chiamato in panchina a pochi giorni dall’esordio in campionato? 

Massimo (Lupi, ndr) è un allenatore di categoria superiore e questo non lo scopro certamente io. É estremamente preparato, ma la cosa che più mi ha colpito è l’attenzione per i dettagli e il modo in cui prepara le partite. É un vero e proprio stratega, durante la settimana studia meticolosamente gli avversari, preparando al meglio la squadra. I ragazzi hanno fin da subito capito le sue qualità e stanno seguendo attentamente le sue direttive, per mettere sul campo ciò che lui chiede.  

Questo è stato il suo primo anno come direttore sportivo e si è subito messo in mostra per un grande attivismo sul mercato. Quali sono gli ultimi movimenti che riguardano il Tormarancio? 

In questa settimana abbiamo chiuso alcune trattative in uscita. Sono andati via Bravi e Trippetta (che a breve dovrebbe iniziare la sua nuova avventura nella Prima Categoria Umbra) perché erano chiusi da altri giocatori in rosa, mentre per motivi personali ci hanno dovuto salutare Cascino e Merli. Sono invece in arrivo il portiere ex Trastevere Roberti e un difensore centrale di ottima qualità. La rosa verrà così completata, ma è ovvio che se si dovesse presentare la possibilità di un colpo last minute non ci tireremo indietro.  

Per concludere le vorrei chiedere un giudizio sul vostro girone, in cui Lepanto Marino e Città di Ciampino sembrano aver già messo il turbo. Pensa che saranno queste due squadre a giocarsi il titolo? 

Sicuramente queste due formazioni sono le migliori del raggruppamento e penso che disputeranno un campionato a parte rispetto a tutte le altre. Poi ci sono una serie di club molto preparati che si giocheranno dal terzo al settimo posto. Noi cerchiamo di tenere i piedi per terra, ma siamo consapevoli di avere un organico per migliorarci rispetto allo scorso campionato. Poi se ci dovessimo trovare a lottare per qualcosa di più sicuramente non ci tireremo indietro. Come ripeto, siamo un gruppo molto compatto e questa potrebbe essere la nostra forza.