Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Torna a sorridere la Visa! Steso il Team Nuova Florida

La seconda forza del campionato cade a Carpineto Romano e scivola a -5 dalla capolista



13a Giornata
2 - 1

Successo importante per la Visa80 giorni esatti . Tanto è passato dall’ultima vittoria della Semprevisa,4 ottobre di più di due mesi fa,la vittima il Garbatella,il marcatore di Girolamo. Da quel giorno una infinita catena nera di delusioni,oggi improvvisamente spezzata dal cuore,dall’orgoglio e dalla voglia di voler dimostrare che la Visa non poteva essere quella brutta e mai vincente di questo ultimo periodo. Gli applausi convinti del “Galeotti” sono la cartina tornasole di una ambiente rasserenato dai tre punti necessari come l’acqua in un deserto e ora convinto di potersi rialzare anche grazie agli importanti sforzi della società sul mercato. L’interregno Zizzi porta la vittoria, viatico indispensabile per la nascita della Visa 2.0. Il tutto convincendo contro una delle squadre regine di questo campionato per punti e posizione in classifica. Battuta l’imbattuta,mai la formazione di Bussone quest’anno era tornata senza punti a casa. Petricca, ex Civitavecchia e Audace Sanvito, non è bastato ad arginare l’ardore dei biancoverdi. Quando vibra il fischietto di Frascaro ecco apparire una Semprevisa convinta sin dalle prime battute. Tanto per cercare di rendere subito dolce l’esordio ,è Figlioli a suonare la carica,tiro dalla trequarti e palla a superare la linea bianca del fondo. Stessa soluzione e stessa sorte,minuti dodici e quattordici,Colafranceschi prima e Palombi poi a pensare alla soluzione dalla distanza senza però trovare gloria. Pressing alto e intensità alle stelle. La ricetta funziona e al 19’ la squadra carpinetana raccoglie i frutti di quanto seminato. Drogheo,defilato sulla fascia destra,alza la testa e vede il varco per l’improvvisa verticalizzazione. Il destinario è Venerelli il cui passo permette di presentarsi occhi negli occhi con Goletti. Tiro e palla sotto le gambe del portiere,1-0 e “Galeotti” a benedire l’esordio più che fortunato del classe ’91. Dalle parti di Cuomo non appare quasi mai nessuno in maglia rossa,Coluzzi al 30’ non s’accorge invece di avere palla tra i piedi in piena area dopo batti e ribatti fortunoso. E’ il 39’ e Flamini si mette in proprio. Cambio passo dalla sinistra,tiro a giro,Goletti a bloccare. Come succede però ormai da tempo la squadra bianco verde inciampa sul finire del primo tempo. Un fallo molto dubbio di Figlioli ai danni di Piccini provoca il penalty, le proteste accompagnano la scelta dell’arbitro,reo a inizio partita di non aver fischiato un rigore nell’altra area sull’ex centrale del Lariano. Dal dischetto non sbaglia Tesei che angola al massimo il tiro dagli undici metri. La paura che sia l’anticipo dello scasso è tangibile,ma quella di oggi non è la Visa delle ultime settimane. Piede sull’acceleratore e ripartenza a tromba,guida Gino Flamini. Slalom ubricante,cambio passo,sterzata e controsterzata in area,sinistro sul primo palo,pallone tra montante e guanto di Goletti. Il boato del “Galeotti” accompagna la corsa degli uomini verdi,c’è da festeggiare il sorpasso. Un ritorno del Team Nuova Florida è prevedibile e quanto mai scontato. La Visa va in affanno e diminuisce i giri,le assenze e le squalifiche per gli uomini di Zizzi fanno la parte loro. La formazione di Bussone comincia a macinare ma Cuomo veste i panni di superman e diventa supereroe. E’ il 75’ quando Piccini si materializza davanti all’estremo di casa che si butta faccia avanti alla ricerca del pallone neutralizzando una chance gigantesca per gli ospiti. L’istinto e la prontezza dell’ex Boville fanno opposizione ancora al centravantone in maglia rossa cinque minuti più tardi. Cross di Tesei,botta sicura di Piccini,Cuomo giù a sventare un gol fatto. Tutta dietro,tutta a difendere e a lottare,qualche varco per uscire,scelte sbagliate per poca lucidità nelle occasioni di contropiede. La Visa è dura a mollare,il muro non crollerà. Altro brivido all’80’. Tesei dalla trequarti fionda la palla verso lo specchio,Cuomo è pronto e chiude la porta a doppia mandata. Figlioli e Baldassarre giganteggiano dietro,davanti arretri chi può. Il rosso a Marchesano chiude il sipario sulla contesa,il “Galeotti” festeggi pure, l’apnea è appena terminata.