Notizie

Torna "Libri Come": più di cento eventi all'Auditorium

Il filo conduttore della sesta edizione sarà la scuola. In programma onferenze, presentazioni di nuove uscite, reading, dialoghi, lezioni e laboratori dal 12 al 15 marzo



Image titleCentoundici appuntamenti tra conferenze, presentazioni di nuove uscite, reading, dialoghi, lezioni, laboratori e un unico filo conduttore: la scuola. Si presenta così la sesta edizione di "Libri come", la grande Festa del Libro e della lettura di Roma, in programma dal 12 al 15 marzo negli spazi dall'Auditorium Parco della Musica. Mentre le scuole e le Biblioteche di Roma saranno coinvolte con anteprime, che precederanno l’inizio ufficiale, già da lunedì 9 marzo. Con talenti di nuova generazione, ma anche big della letteratura internazionale e maestri della narrativa italiana, come Umberto Eco, Andrea Camilleri, Daniel Pennac, Luís Sepúlveda, Francesco Piccolo e Sandro Veronesi, la kermesse si preannuncia da record. Durante questa edizione – presentata da presidente e amministratore delegato di Musica per Roma, Aurelio Regina e Carlo Fuortes, dall'assessore capitolino alla Cultura, Giovanna Marinelli, e dal curatore della manifestazione, Marino Sinibaldi - il mondo della scuola sarà raccontato sia attraverso le testimonianze dei suoi protagonisti che con il contributo di scrittori, artisti e altre personalità del mondo della cultura, dell'editoria, dell'informazione e dello spettacolo, spesso impegnati in vere e proprie lezioni. 

Tra i “maestri” che saliranno in cattedra Stefano Bartezzaghi (enigmistica), Melania Mazzucco (arte), Marco Santagata e Alfonso Berardinelli (letteratura) e Walter Siti (poesia). "Il vantaggio in termini di ricaduta sociale della crescita culturale della città è uno dei grandi compiti che hanno le istituzioni", ha commentato Giovanna Marinelli, e quella di “Libri come”, "è una formula significativa e utile in questo percorso di formazione e crescita culturale della città", perché "garantisce un'assoluta apertura e interlocuzione con la città e con i cittadini, questo è uno dei suoi elementi caratterizzanti". Per la Marinelli, inoltre, il tema di quest'anno, la scuola, "risponde all'esigenza di avvicinare nuovi lettori. Il verbo leggere non sopporta l'imperativo, diceva Rodari, noi non possiamo dire a un bambino o ad un ragazzo 'Leggi!', dobbiamo sedurlo". Infine, la collaborazione con le biblioteche di Roma, "è un segnale forte non solo di coerenza e sinergia tra istituzioni, ma anche di attenzione riguardo a un pubblico più vasto". Confermato anche il programma 'Garage', la tradizionale "officina" di incontri, laboratori per le scuole e mostre, che accoglie numerosi ospiti, tra cui scrittori come Dacia Maraini e Paolo di Paolo, giornalisti (Daria Bignardi, Lirio Abbate e molti altri), disegnatori come Makkox, attori e filosofi. Tre mostre completano il programma della manifestazione: nel Foyer della Sala Sinopoli da venerdì 13 a domenica 15 marzo AUTORItratti, una mostra fotografica in progress di Riccardo Musacchio e Flavio Ianniello. Le pareti di carta del Garage si animano invece con una selezione di frammenti e immagini scelti tra le strisce di Zerocalcare (da venerdì 13 a domenica 15 marzo) sulla scuola, tra impegno, disimpegno, confronto tra generazioni e crescita. Infine nello Spazio AuditoriumArte è in programma Scuola di disegno: modalità di produzione e distribuzione, un laboratorio con Cesare Pietroiusti e alcuni studenti dell'Accademia di Belle Arti di Roma (dal 9 al 12 marzo) che si conclude con una mostra (dal 13 al 29 marzo) per esplorare le modalità di distribuzione delle opere e prevede l'attiva partecipazione del pubblico. Ad inaugurare la manifestazione, giovedì 12 marzo alle 21, in sala Petrassi, Umberto Eco e Marino Sinibaldi, cui seguirà l'intervento del Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini.