Notizie
Categorie: Giovanili

Torna Migliaccio, con lui anche Politi. Tanti volti nuovi anche in panchina. Il patron: "Un taglio netto col passato"

Cambiano l'assetto societario e i quadri tecnici del club di via Gioacchino Ventura. Il presidente: "Ridare slancio a questa storica società"



Da sinistra Celestino Migliaccio, Mario Fiorentino e Antonio Politi ©photosportroma.itLa volontà di tornare ad essere protagonisti. Questotraspare dalle parole di Mario Fiorentino, storico presidente della VisAurelia, con il quale abbiamo parlato in occasione della finale del TrofeoMario Ceccacci, giunto oramai alla ventisettesima edizione: “Tengo moltissimo aquesto torneo, lo considero come una mia creatura. La prima edizione risale al1988, anno in cui Mario Ceccacci, il fondatore della Vis Aurelia nonché miosuocero, ci ha lasciati ed io che ero il direttore generale ho preso il suoposto di presidente”. “Nel corso degli anni la manifestazione ha dimostrato diessere tra le migliori nel panorama calcistico della capitale” continua ilpresidente “e vorrei ringraziare tutte le società che vi hanno partecipato,contribuendo al successo della kermesse”. Il discorso si sposta poi sullasituazione attuale e sui progetti futuri della Vis Aurelia: “Veniamo da unperiodo piuttosto buio per la società, durante il quale abbiamo perso diversititoli. Abbiamo quindi intenzione di dare un taglio netto con il passato ericreare l’organigramma, come anticipazione vi posso dire che nella prossimastagione ritornerà fra noi Celestino Migliaccio che ricoprirà il ruolo didirettore sportivo, mentre Antonio Politi sarà il nostro direttore tecnico”.Fiorentino ci rivela quindi che “Uno dei nostri limiti con cui da sempreabbiamo a che fare sono i vincoli che c’impone la Regione Lazio. Avendo lastruttura all’interno del Parco del Pineto siamo praticamente impossibilitatiad effettuare delle modernizzazioni, soprattutto per quanto riguarda il terrenodi gioco (che per chi non lo sapesse è in pozzolana, n.d.a.)”. Il presidentequindi conclude: “Vogliamo ridare slancio a questa gloriosa società, riportarlanei luoghi che le competono. Punteremo forte sul settore giovanile, con iGiovanissimi Elite a fare da traino per tutte le altre categorie”. Il nuovocorso della Vis Aurelia passa quindi per poche conferme e tante novità: i quadritecnici dicono infatti che dall’anno scorso solo Pasquale Ruggero e FedericoRusso resteranno sulle loro rispettive panchine (Juniores e Allievi). Treinvece i volti nuovi: Fabio Del Monte alla guida dei ’99, Andrea Di Renzo al timone dei Giovanissimi Elite e Danilo Cinti con il gruppo dei 2001.