Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Torrenova, un grande inizio di campionato

Parla l'attaccante Giacomo Babbucci, protagonista del 2-0 contro il Tormarancio: "Sette punti nelle prime tre giornate sono già un gran traguardo"



Babbucci, attaccante del TorrenovaIl Torrenova sale sempre più in alto. Alle spalle dei colossi Città di Ciampino e Lepanto Marino, nel gruppo C di Promozione, resistono solo la squadra di mister Domenico Tripodi e il Palocco a quota sette punti. Ieri il Torrenova ha infilato il secondo successo consecutivo (il primo al Tre Torri dopo lo sfortunato 1-1 dell’esordio con il Sermoneta che pareggiò in pieno recupero) battendo il Tormarancio per 2-0 grazie ai sigilli di Babbucci nel primo tempo e di Giuliani nella ripresa. Un risultato chiaro che secondo il primo marcatore Giacomo Babbucci non racconta in pieno come sia andato realmente il match. «Nella prima frazione – dice il 24enne attaccante ex Casalotti, Maccarese e Guidonia – abbiamo creato tante occasioni e abbiamo avuto il torto di non capitalizzare di più. Il mio gol? E’ nato sugli sviluppi di un corner: dopo una conclusione di Consorti respinta dal portiere, sono arrivato sul pallone e l’ho messo nel sacco. Nella ripresa il match è stato più equilibrato anche se non abbiamo corso troppi rischi e poi abbiamo raddoppiato i conti con Giuliani che si è presentato a tu per tu col numero uno avversario e lo ha battuto». L’attaccante è onesto quando parla dell’ottimo avvio di stagione del Torrenova. «Probabilmente non mi aspettavo neanche io di poter conquistare sette punti nelle prime tre giornate – ammette Babbucci – perché la nostra è una squadra nuova con un allenatore nuovo e quindi pensavo ci volesse un po’ di tempo per conoscerci come aveva dimostrato anche il pre-campionato. Invece con l’arrivo delle gare da tre punti ci siamo compattati ancor di più e ora ci godiamo questa bella classifica anche se dobbiamo rimanere umili e restare coi piedi ben saldi a terra». Il prossimo turno vedrà il club del presidente Mailar fare visita ai Vigili Urbani. «Di loro sappiamo poco, tranne che hanno un solo punto in classifica. Ma saremmo ingenui a pensare di andare lì e vincere facilmente. Il campionato di Promozione – sottolinea Babbucci – nasconde insidie in ogni partita e quindi dobbiamo aspettarci un match molto duro».