Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Traditi fa esultare la Lupa Castelli Romani: Cynthia eliminato

Alla squadra di Gagliarducci basta un gol del centrocampista per aggiudicarsi il passaggio del turno ed eliminare un Cynthia autore comunque di una buona partita



MARCATORI Traditi 22’st
CYNTHIA Scarfagna 6.5, Cacciotti 5.5, Carta 6.5, Bellini 6 (29’st Laghigna 5.5), Leccese 6, Bagaglini 5, Tabarini 6, Bispuri 6 (37’stTabascio sv), Di Bartolomeo 5.5, Errico 6.5, Peressini 6.5 (42’st Martena sv) PANCHINA Scarsella, Rausa, Alonzi, Rosella, Le Rose, Marchetti ALLENATORE Rughetti
LUPA CASTELLI ROMANI Tassi 6.5, Di Nezza 6.5, Fiore 6 (1’st A. Montesi 5), Traditi 7, Baylon 6.5, Colantoni 6, Boldrini 6.5 (24’st R. Montesi 6), Fantini 6, Nohman 5.5, Massella sv (23’pt Conti 6) Siclari 6.5 PANCHINA Serpietri, Galluzzo, Conti, Icardi, Bertoldi, De Gol, Mattoni ALLENATOREGagliarducci
ARBITRO Marchetti di Ostia, 6

ASSISTENTI Affronti di Ostia, Yoshikawa di Roma 1
NOTE Allontanato mister Gagliarducci al 45’st Espulsi Bagaglini (CY) al 37’st per doppia ammonizione e A. Montesi 44'st  (LC) per doppia ammonizione Ammoniti Di Nezza, Siclari 


Il match-winner Loris Traditi ©www.lupacastelliromani.itVince ma non convince del tutto la Lupa Castelli Romani di mister Gagliarducci, che in quel di Genzano ottiene il pass per il secondo turno di Coppa Italia battendo il Cynthia per 0-1. Una partita ben giocata dalla squadra di casa che, soprattutto nel primo tempo, ha messo in seria difficoltà una Lupa confusa. Il club del presidente Virzi però, ha dimostrato di potercela fare anche nelle gare più difficili ed è bastata una zampata di Traditi per mandare ko un buon Cynthia. 
Primo tempo. Dopo il fischio iniziale del sig. Marchetti di Ostia comincia la gara e la prima palla gol è di marca locale con Leccese che al 9’ svetta bene di testa a seguito di un calcio di punizione, ma Tassi è bravissimo nel respingere tuffandosi sulla sua destra. Al 14’ proteste del pubblico di casa per un presunto fallo di mano in area di Baylon, ma il direttore di gara fa segno di continuare per l’ira di mister Rughetti, all’esordio ufficiale sulla panchina biancoblu. La Lupa Castelli fa molta fatica nei primi 20’, i ragazzi di Gagliarducci appaiono troppo imprecisi in fase di ripartenza e per il Cynthia è facile gestire il possesso palla. Al 22’ brutte notizie per gli ospiti che perdono Massella per infortunio, al suo posto entra Conti con il numero 15. Con la cronaca arriviamo al minuto 28 con i locali ancora vicini al gol con Bellini che riceve un cross perfetto di Carta (in grande spolvero) ma da buona posizione non riesce a colpire bene di testa e la sfera si perde sul fondo. Al32’ finalmente Lupa Castelli: sulla destra, Siclari fa partire un bel destro in area, ma la sfera deviata finisce in corner. Dalla bandierina poi ci prova di testa Traditi, ma Scarfagna c’è e devia in qualche modo.
Secondotempo. Nella ripresa dopo neanche venti secondi prova a rendersi pericoloso Errico, per i locali, con un bel tiro a giro da fuori, con Tassi che blocca in tuffo. Poco dopo però sempre Errico perde un bruttissimo pallone nella sua metà campo, Boldrini ne approfitta, salta un paio di uomini ma il suo esterno viene splendidamente deviato da Scarfagna che salva il risultato. Al 20’ stessa azione: Errico, uno dei migliori dei suoi fino a quel momento, perde un altro pallone, Traditi raccoglie e fa partire un vero e proprio siluro, ma l’estremo difensore del Cynthia dice no e devia con i pugni. Il Cynthia pressa quasi a tutto campo, ma non riesce a rendersi veramente pericolosa: la Lupa con il passare dei minuti cresce e al 22’ si porta in vantaggio con Traditi che ringrazia Boldrini per il passaggio perfetto e a porta vuota realizza lo 0-1. Clamorosa però la disattenzione difensiva del Cynthia che si è vista infilare troppo facilmente dal numero 7. Subìto il gol i ragazzi di Rughetti provano a reagire, ma a parte un tiro da lontano di Tabarini, il portiere Tassi è uno spettatore non pagante. Al 37’, poi, la partita diventa ancora più in salita per l’espulsione di Bagaglini per doppia ammonizione e la Lupa Castelli amministra senza problemi fino al triplice fischio dell’arbitro.