Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Trastevere - Fonte Nuova, ennesimo spettacolo rovinato

Il big match, vinto in rimonta dalla capolista, è stato pesantemente condizionato da un arbitraggio non all'altezza



Rocchi, autore di una doppietta contro il Fonte NuovaSi è chiusa la ventinovesima giornata e si ripartirà dopo Pasqua, quando si giocheranno tre partite in sette giorni nelle quali, probabilmente, si capirà finalmente chi ha le carte in regola per arrivare in fondo in questo pazzesco girone A. La nota stonata, ancora una volta, arriva dal mondo arbitrale: la gara più attesa, Trastevere - Fonte Nuova, è stata contraddistinta dalla pessima direzione del signor Roca di Foggia, male assistito da Scopa di Frosinone e (soprattutto ndr) Bartolomucci di Ciampino. La formazione di Oddi nella prima ora di gioco sfodera una delle migliori prestazioni degli ultimi due mesi, ma viene penalizzata al 36’ dalla mancata espulsione di Moauro che, in occasione del rigore concesso agli ospiti, andava sanzionato con il rosso per aver fermato una chiara occasione da gol (Toncelli avrebbe battuto a rete da posizione favorevolissima). A nostro avviso un altro errore del direttore di gara c’è stato nella concessione della punizione da cui nasce il raddoppio di Severini, fischiata dopo un contrasto tra Ferri e Pupavac. Altri due gli episodi che hanno condizionato pesantemente la gara e, a questo punto, il campionato del Fonte Nuova, ormai praticamente fuori dai giochi per i primi due posti: nell’occasione del pareggio (che porterà poi alla sciocca espulsione di Pupavac per proteste e al seguente crollo ospite) la deviazione con un braccio di Rocchi e lo stop sospetto sul 3-2 sempre da parte dell’ex punta di Montecelio e Grifone Monteverde. Un peccato che una gara così importante sia stata rovinata dall’ennesimo arbitraggio gravemente insufficiente, che ci porta per l’ennesima volta a chiederci la ratio del far dirigere le partite di cartello alle giacchette nere di fuori regione anzichè agli arbitri “nostrani”, che di certo non sono peggiori. Se questi sono i direttori di gara che devono salire in categorie più importanti, c’è da preoccuparsi… Detto questo, va dato comunque il giusto merito a un Trastevere capace di rialzarsi dopo 60’ negativi grazie al solito, strepitoso Roberti e all’ingresso di un Rocchi che, se non avesse davanti un attaccante di questo calibro, meriterebbe sicuramente più spazio. Terza vittoria consecutiva dello Sporting Città di Fiumicino che supera in rimonta la Sorianese: la formazione di Scudieri, calendario alla mano, è quella che sulla carta ha gli impegni più agevoli, dovendo affrontare nelle ultime cinque giornate Fonte Nuova e Montecelio che potrebbero essere fuori dal L'abbraccio dei giocatori del Fregene Foto © Laconidiscorso per i primi due posti. Subito dietro il Villanova, che si è messo alle spalle il passo falso con il Montecelio grazie ad uno strepitoso Camilli e il cui destino si deciderà al rientro dalla pausa negli scontri diretti con Ladispoli e Fregene. Proprio la squadra di Caputo, che sta continuando a stupire tutti dopo il successo in rimonta con il Monterotondo, è quella attesa in questo finale di stagione da più scontri diretti: oltre ai tiburtini, dovrà affrontare l’Acquapendente e il Trastevere. Torna a sorridere il Ladispoli di Solimina, che espugna il Fuso di Ciampino piegando l’Almas mettendosi alle spalle un momento difficile e non potrà commettere passi falsi, proprio come la Vigor di Fatone, altrimenti il sogno Serie D potrebbe definitivamente tramontare. In chiave salvezza, speranze al lumicino per Santa Maria delle Mole, Futbolclub e Real Monterosi, mentre il CreCas con la vittoria di ieri ha fatto un passo avanti decisivo verso la permanenza in categoria, così come il Civitavecchia di Insogna.