Notizie

Tre derby in un mese. Si parte domani con il big match di campionato

A Trigoria la stracittadina mette in palio tre punti importanti per non lasciar scappare il Bari, poi l'11 marzo e il 1 aprile la doppia finale che vale la Primavera Tim Cup



Adamo e Murgia nello scontro dell'andata foto©photosportiva.itUn mese, tre derby. Le strade di Roma e Lazio s’intrecciano morbosamente nel momento più caldo della stagione, adesso che ogni competizione entra nel vivo. Campionato Primavera e Tim Cup, le due squadre capitoline sono le uniche in Italia ad essere ancora impegnate su più fronti: due per i biancocelesti, addirittura tre per i giallorossi, che in settimana hanno passato il turno di UEFA Youth League. E’ così che tra il primo marzo e il primo aprile De Rossi e Inzaghi si ritroveranno faccia a faccia in tre sfide decisamente diverse l’una dall’altra. Si parte domenica con il big match d’alta quota in campionato, poi gli altri scontri frontali metteranno in palio la Primavera Tim Cup, nel doppio confronto dell’Olimpico. Un antipasto interessante dunque, quello che andrà in scena domani mattina a Trigoria, soprattutto perché non sarà messa in palio la superiorità cittadina, ma anche tre punti succulenti in chiave classifica, vista la presenza del terzo incomodo Bari nei piani alti della graduatoria. Presenza che si potrebbe rivelare ancora più ingombrante a fine regular season, quando verranno stilate le griglie delle fasi finali. Le prime due del raggruppamento accederanno direttamente alla fase finale, la terza invece disputerà i play off, step che le due capitoline salterebbero volentieri per preparare al meglio la corsa scudetto. E così che i tre punti in palio domani assumono una valenza sicuramente più significativa, in particolare modo per la squadra di Simone Inzaghi che rischia di perdere ulteriore terreno dal Bari capolista (per ora), e dalla stessa Roma, che da canto suo in settimana recupererà il match in casa del fanalino di coda Avellino. Le due capitoline stanno vivendo un ottimo momento di forma e quindi è lecito aspettarsi una partita all’ultimo sangue a Trigoria. La Roma del resto viene dall’emozionante match di Amsterdam, dove la squadra di De Rossi è riuscita ad eliminare quella che sembrava una delle principali candidate al successo nella UEFA Youth League, l’Ajax. Una vittoria, ai calci di rigore, che darà chiaramente una spinta emotiva non indifferente ai giallorossi, consapevoli di avere ottenuto un risultato storico per il calcio giovanile italiano, nessuna squadra dello Stivale infatti era mai riuscita ad approdare ai quarti di finale della manifestazione organizzata dalla Uefa. Allo stesso tempo anche i cugini biancocelesti sembrano vivere il loro miglior momento stagionale: archiviati gli scivoloni contro Bari e Napoli, la squadra di Inzaghi ha eliminato la Juventus dalla Primavera Tim Cup e ricominciato a macinare punti anche in campionato. Per capire però effettivamente quello che riserverà il futuro alle due squadre capitoline bisognerà aspettare questo mese fatidico: tre derby per sancire il trionfo in Coppa Italia e dare ulteriori indicazioni in campionato. Si parte domani, chi si ferma adesso è perduto.