Notizie

Tre schiaffi del Savio al Pomezia di Cianfrocca

A segno per i padroni di casa Notarnicola, Mancini e Persichini su rigore



7a Giornata
3 - 0

MARCATORI Notarnicola 16’pt, Mancini 29’st , Persichini 33’st su rig. 

SAVIO Galantini  7, Lauri 7 (22’st Cococcia 6,5), Del Monaco 6,5 (9’st Varrenti 6,5), Santiamantini 6 (18’st Martino 6), Notarnicola 7, Cancelli 6,5 (9’st Di Bella 6), Rambaudo 7 (14’st Ranalletta 6), Viselli 6,5 (14’st Persichini 7,5), Courrier 7, Talamoni 6, Mancini 7 PANCHINA Cesaretti  ALLENATORE Cavezzi 

POMEZIA Morellini 7, Anglone 5,5 (20’st Crisci 6), Spagnolo 6, Casale 6, Celentano, Carozza 6, Lochi 5 (17’st Cirri 6), Santomauro 5,5, Lungarella 5,5 (25’st Peciarca 5), Meroni 5,5, Fatta 5 PANCHINA Sofronii , Ilasca, Nolano, Mastracci  ALLENATORE Cianfrocca 

ARBITRO Riviello di Roma 2 

NOTE Espulsi Fatta (P)al 29’st per proteste, Casale (P) al 32’ per proteste Ammoniti Lungarella, Di Bella

Successo del Savio © photosportivaVittoria schiacciante quella del Savio sul Pomezia che esce dal Vianello dopo aver subito tre reti dai padroni di casa e aver passato 80’ nella propria metà campo a difendersi dall’ininterrotto pressing dei padroni di casa. Un primo tempo a trazione Savio che chiude i primi 40' di gioco in vantaggio per una rete a zero. Il gol, quello messo a segno da Notarnicola, arriva al 16' su azione da calcio d'angolo quando, in mischia, lo stesso Notarnicola trova lo spazio giusto per il tap in vincente. Fino a quel momento grande pressing dei blu ma una sola vera palla gol mancata, quella che al 12' Rambaudo serve a Talamoni, il cui tiro viene respinto da un ottimo numero 1 pontino. Al 21' l'occasione del raddoppio è servita ancora una volta da Rambaudo che tocca all'indietro per Viselli, il cui tiro però finisce fuori di molto. Al 32' e al 39' ancora due palloni utili per il Savio, ma entrambi fuori dall’ incrocio. In tutti e due i casi è Mancini a sciupare, una volta servito da Lauri e una volta dal solito Rambaudo, fra i migliori in campo per i blu. Nella ripresa il Pomezia continua a sostare nella propria metà campo, solo in un paio di occasioni i rossoblu assaltano l’area avversaria. La prima al 17’ quando Meroni si invola sulla destra e, appena dentro l’area, taglia un diagonale quasi perfetto; Galantini infatti, si fa trovare sulla traiettoria pronto a parare. La seconda arriva su calcio di rigore. Siamo al 22’ e l’arbitro vede un fallo di mano di Di Bella sulla chiusura a Meroni. Sul dischetto va lo stesso Meroni ma Galantini respinge. Va in fumo così l’opportunità per il Pomezia di pareggiare il risultato. Il Savio infatti torna a spingere e al 29’ raddoppia. Mancini riceve palla al limite dell’area in dubbia posizione di fuorigioco, ma l’arbitro fa proseguire e il numero 11 blu ci regala un gran gol, piazzando sotto l’incrocio un pallone imprendibile anche per l’ottimo Morellini. Fatta protesta e l’arbitro lo manda negli spogliatoi con 10’ d’anticipo. Il Pomezia resta in dieci. Al 33’ l’occasione che chiude il match  e costringe il Pomezia a terminare la gara in nove. Mancini subisce fallo in area, per l’arbitro è rigore, per Casale no. Il numero 4 rossoblu non ci sta, e l’arbitro  lo espelle. Dagli undici metri tocca a Persichini infilare il definitivo 3 a 0 per i blu.