Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Trionfo del Cassino, ma il Colleferro esce a testa alta

La formazione di Castellucci s'impone per 4-1 nella ripresa, ma i rossoneri giocano alla pari per un'ora



COLLEFERRO - CASSINO 4-1

MARCATORI Calcagni 8’ st (Ca), Corrado 14’ st (Ca), De Paola 19’ st (Ca), Scala 36’ st (Co), Darbor 45’ st (Ca)

COLLEFERRO Bolletta, Scala, Fiore, Costantini (47’ st Cavallucci), Marini, Moriconi, Taverna (22’ st Proietti), Valentini (26’ st Rossi), Salvagni, Prati, Fischetti PANCHINA Petrucci, Potenziani, Botticelli, Fratarcangeli ALLENATORE Cangiano 

CASSINO Della Pietra, Di Vito (47’ st Masciantonio), Berardi, Cardazzi, De Paola, Mercurio, Corrado (40’ st Pirolli), Darbor, Calcagni, Pontecorvi (43’ st Formisano), Belmani PANCHINA Mouton, Campobasso, Amitrano, Schabanaga ALLENATORE Castellucci 

ARBITRO Caciotti di Albano Laziale 

ASSISTENTI Bianchi di Roma 2 e Lilli di Viterbo 

NOTE Ammoniti Costantini, Pontecorvi, Berardi Angoli 9-6 Rec. 2’ pt, 5’ st 

Il Cassino con la Coppa Foto © Laura Del GobboIl Cassino si aggiudica la prima Coppa Italia di Eccellenza della sua storia, con un netto 4-1, ma il risultato non deve trarre in inganno. La formazione di Castellucci ha sì meritato, ma il passivo è decisamente troppo pesante per il Colleferro, che per un’ora si è giocato alla pari la gara. Anzi, nella prima frazione, erano stati i rossoneri ad avere la chance migliore e anche dopo il vantaggio siglato da Calcagni solo uno strepitoso Della Pietra è riuscito con un miracolo a negare il pareggio su una gran botta di Salvagni. Assoluto protagonista della finale l’ex di turno, Ciro Corrado, che nella prima frazione era stato l’uomo più pericoloso del Cassino, anche se in più di un’occasione nelle sue ripartenze aveva cercato poco i compagni, nella ripresa ha prima propiziato il vantaggio di Calcagni, poi ha siglato il raddoppio dimostrandosi l’autentico faro del gioco della formazione di Castellucci. Il Cassino nella fase nazionale affronterà al primo turno la vincente della finale sarda tra Taloro Gavoi e Ghilarza, che si svolgerà il 20 Gennaio.  

Primo tempo Si fa subito vedere in avanti il Colleferro. Al 1’ tiro dalla lunga distanza di Prati, Della Pietra para in due tempi ma Caciotti fischia un fallo sul centrocampista, si incarica della battuta sempre il numero dieci, il portiere cassinate blocca senza troppi problemi. Ancora rossoneri al 10’ con un cross di Fischetti dalla destra su cui non arrivano Salvagni e Taverna. Sugli sviluppi di un corner al 12’ ci prova di testa Mercurio, Bolletta blocca. Il Cassino prende coraggio e spinge sull’acceleratore, mentre il Colleferro sembra un po’ impaurito: prima Calcagni viene anticipato provvidenzialmente da Marini servito da Belmani, poi Corrado in contropiede serve in profondità Belmani, bravo in uscita Bolletta. Al 25’ Corrado riceve da Pontecorvi, dribbling in area e conclusione forte ma imprecisa che non trova lo specchio. Poi l’occasione più pericolosa della prima frazione. Serie di angoli alla mezz’ora per il Colleferro, il primo regalato da Della Pietra (che tocca senza motivo un lancio fuori misura di Moriconi che si sarebbe spento sul fondo), al terzo tentativo rossoneri vicinissimi al vantaggio con Marini sul secondo palo, tutto solo, che anziché concludere cerca uno stop con la palla che si spegne sul fondo. Lampo rossonero al 39’ con un tiro improvviso di Fischetti che Della Pietra respinge goffamente. Ancora la formazione di Cangiano poco dopo, con un cross di Scala dalla destra per la deviazione volante di Salvagni, palla che si spegne di poco a lato alla destra di Della Pietra. Si rivede il Cassino al 41’ con Calcagni in area che di petto appoggia a Belmani, il tiro dell’esterno viene deviato e Bolletta para in due tempi.  Darbor esulta dopo il quarto gol Foto © Laura Del Gobbo

Secondo tempo Nella ripresa subito pericolosissimo il Colleferro: corner di Prati, palla che arriva al limite a Valentini che fa partire una gran botta, bravo Della Pietra a rifugiarsi in angolo. All’8’ il vantaggio del Cassino: rinvio corto di Bolletta, ripartenza di Corrado che serve un pallone d’oro a Calcagni in area, che controlla e si conferma letale in area mettendo dentro in diagonale. Il Colleferro non ci sta e due minuti dopo sfiora il pareggio, quando un miracoloso Della Pietra devia in angolo uno splendido tiro dalla distanza di Salvagni. Ancora rossoneri avanti, Salvagni per Taverna che scarica da posizione centrale, deviata in angolo da un difensore del Cassino. Al 14’, però, il letale uno due della formazione di Castellucci. Calcagni conclude dal limite, respinta di Bolletta, ma sul pallone arriva per primo Corrado che mette dentro senza difficoltà. Il Colleferro è stordito e il Cassino piazza il colpo del ko al 19’: corner battuto da Pontecorvi e splendido colpo di testa di De Paola su cui Bolletta non può fare nulla. Diventa un monologo biancazzurro, al 27’ Calcagni a botta sicura viene murato da Marini, poi un tiro cross di Corrado sfila al lato di poco.  Al 31’ viene annullata la quarta rete al Cassino, di Pontecorvi, per un fuorigioco di Calcagni che era sulla traiettoria del tiro del numero dieci. Il Colleferro un po’ a sorpresa accorcia le distanze al 36’, quando Scala riceve sul secondo palo un cross dalla sinistra, primo tiro respinto da Della Pietra che non può nulla sul secondo tentativo del terzino destro. Al 44’ ancora pericoloso il Colleferro con Fiore che sulla sinistra mette dentro per Scala, murato da un difensore. Allo scadere, però, il definitivo 4-1 del Cassino, con Calcagni che sulla destra fa quello che vuole, dal fondo mette in mezzo per Darbor che mette dentro senza difficoltà. Per il centrocampista classe 1997 la soddisfazione di coronare un’ottima prestazione con un gol. 

Al triplice fischio finale tutto il Cassino va sotto la tribuna occupata dai numerosissimi tifosi, che hanno sostenuto la squadra a gran voce sin dal primo minuto. Il sogno di salire in Serie D è vivo, dopo l’inizio stagione da incubo, ma il Colleferro, che non riesce a vincere la seconda Coppa d'Eccellenza della sua storia, esce fuori a testa alta da questa finale.  I festeggiamenti del Cassino Foto © Laura Del Gobbo