Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Tripudio Lepanto Marino! Tre punti e la capolista se ne va...

La brigata di Santececca supera senza problemi il Palocco e va a +5 sul Città di Ciampino, messo al tappeto dalla Pescatori Ostia



15a Giornata - 14 dic 2014
4 - 1

MARCATORI Virli 14’pt e 29’pt (LM), Ricci 23’pt (LM), Ciasca 17’st (P), Capolei 19’st (LM)
LEPANTO MARINO Di Giosia, Reati (42'st Arcadu), Materazzi, Mastrandrea, La Forgia, Quadrini, Ricci (24'st Pisapia),  Capolei, Virli, Binaco, Sina (32'st Bianchi) PANCHINA Troiani, Zampetti, Macidonio, Maiolini ALLENATORE Santececca
PALOCCO Izzo, Di Vetta, Aurica (24'st Di Nardo), Suppa, Riva (41'pt Ciasca), Pocacchia, Liberatore, Pensabene (24'st Tremeliti), Mucili, De Santis, Pompei PANCHINA Perazzolo, Sbaraglia,Taroni, Granata ALLENATORE Trotta
ARBITRO Ottaviani Roma 2
ASSISTENTI Martino di Aprilia, Intorre di Roma 1
NOTE Ammoniti Ciasca, Pensabene, Capolei  

In casa Lepanto Marino è tempo di festeggiamenti. La capolista archivia la pratica Palocco con un bel poker, ma soprattutto allunga in classifica sul Città di Ciampino, uscito sconfitto contro la Pescatori Ostia. Un +5 che sicuramente farà felice la brigata di Santececca che in questo momento sta dimostrando di essere la più forte: l’ha provato sulla propria pelle anche il Palocco di Trotta, che nonostante una buona dose di coraggio non è riuscito ad arginare l’undici di casa.

Doppietta per bomber VirliDopo il fischio iniziale del sig. Ottaviani di Roma 2, la partita si mette subito in discesa per i locali che al 14’ sbloccano la partita con un gran bel tiro di Virli che infila il pallone alla sinistra di Izzo e conclude alla perfezione una bell’azione sviluppata sulla sinistra. Un gol che gli ospiti accusano, tant’è vero che il Marino neanche dieci minuti dopo trova il raddoppio con Ricci, che ringrazia Binaco per l’assist e buca il portiere per il 2-0 che di fatto mette subito in ghiaccio la partita. La prima mezzora è un vero e proprio incubo per il Palocco: al 29’, infatti, Virli sigla la sua doppietta personale e regala ai suoi il tris della tranquillità. La prima frazione si chiude con una bella punizione di Suppa per il Palocco (ottima parata di Di Giosia) e la ripresa si apre con una ghiottissima occasione per la Lepanto: contatto in area tra Aurica e Virli, la punta di casa va giù e l’arbitro non ha dubbi. Calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Sina, ma il pallone colpisce in pieno la traversa. L’errore dal dischetto galvanizza l’undici di Trotta che riapre i conti al 17’ con Ciasca che deposita in rete un cross dalla sinistra: tutto riaperto? Neanche per sogno. Due minuti più tardi Capolei mette il punto esclamativo sulla gara insaccando in tuffo di testa sul secondo palo e per Izzo non c’è niente da fare. Poker in cassaforte. Nonostante i tre gol di differenza il Palocco non molla, dimostra gran coraggio e cerca in qualche modo di mettere in difficoltà l’armata casalinga tanto che al 39’ Suppa centrerà la traversa dopo un splendida punizione. Sarà l’ultima emozione della gara: la Lepanto Marino non si ferma più.