Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Tris del Gaeta al Città di Minturno, biancorossi avanti

Sblocca Petronzio, nella ripresa arrotondano Bernisi e Infimo. Il gol della bandiera degli ospiti è di Venerelli



GAETA - CITTA' DI MINTURNOMARINA 3-1 (AND. 1-1)

MARCATORI 23’ pt Petronzio (G), 6’ st Bernisi (G), 23’ st Infimo (G), 32’ st Venerelli (M) 

POLISPORTIVA GAETA Raso 6.5, Bernisi 7.5, Marciano 6.5, Vitale G. 7 (37’ st Fanelli 6.5), Sebastianelli 6.5, Bellucci 7, Guadagnuolo 7, Vitale E. 6.5 (37’ st Esposito 6.5), Petronzio 7.5 (28’ st Longobardi 7), Marzullo 7, Infimo 7.5 PANCHINA Testa, Lubrano, Perillo, Zappalà ALLENATORE Melchionna 

CITTA’ DI MINTURNOMARINA Cenerelli 5, Conte M. 5, Bacioterracino 5 (18’ st Lucignano 5), Castiglione 5, Sica 5, Montana 5, Conte A. 5, Signore 5, Pernice 5 (21’ st Venerelli 6), Tomassi 5, Scippa 5 (1’ st Gatti 5) PANCHINA Mancini A., Fusciello, Picascia, Martino ALLENATORE Pernice 

ARBITRO Di Francesco di Roma 1, 6  

ASSISTENTI Caputo e Madeddu di Latina  

NOTE Ammoniti Petronzio, Pernice Rec. 1’ pt – 5’ st

Melchionna, tecnico del Gaeta Foto © leonardodangelo.comVince e continua a convincere, anche in Coppa, la corazzata biancorossa. Dopo l’amaro pareggio dell’andata, i biancorossi in versione turn over sono scesi in cattedra e, con tre reti, hanno messo in cassaforte il passaggio al turno successivo. Nulla da fare per la squadra di Pernice che tenta, soprattutto nella ripresa, una reazione che però rimane timida e facilmente gestibile dagli avversari. Dopo un avvio di partita scoppiettante con le due compagini a sentire anche il peso del derby, è il Gaeta a prendere in pugno la gara alzando il proprio baricentro e diventando presenza costante e pericolosa nell’area di Cenerelli con Infimo e Marzullo a creare scompiglio su tutti. La prima azione del Minturno arriva al 21’ con A. Conte che approfitta di un disimpegno sbagliato degli avversari per portarsi a tu per tu con Raso. Il portiere gaetano però non si lascia beffare facendo sua la sfera. Gol mangiato, gol subito e, due minuti più tardi, è il Gaeta ad andare in vantaggio con Petronzio che raccoglie ed insacca un preciso assist di Infimo dopo una bella azione in tandem con Marzullo. Al 38’ è ancora Marzullo a chiamare Cenerelli agli straordinari con un tiro sul secondo palo che il portiere riesce a far suo. Al 43’, invece, è il passaggio filtrante di Infimo a trovare Bernisi solo davanti al portiere, ma il difensore gaetano posticipa il suo appuntamento con il gol facendosi parare il tiro. Il pressing dei gaetani, infatti, continua inesorabile anche nella ripresa. Siamo al 5’ quando Guadagnuolo lancia Petronzio in area, ma il tiro di quest’ultimo lambisce il palo. Un minuto più tardi è Bernisi a raddoppiare le marcature agganciando in area un preciso passaggio di Vitale e gonfiando la rete con una prodezza. Il Minturno sembra impossibilitato a reagire ed il Gaeta continua a fare il bello ed il cattivo tempo in campo con Petronzio, anticipato dal portiere, e con il neo entrato Longobardi a cui è il direttore di gara a negare il gol per un presunto fuorigioco. Al 23’ è ancora Longobardi a crossare per Infimo che si toglie la soddisfazione del gol coordinandosi bene e gonfiando la rete del tris biancorosso. Nei minuti finali c’è il calo dei padroni di casa e ne approfitta il Minturno per mettere a segno un gol con Venerelli che, complice una mischia nell’area piccola di Raso, riesce ad avere la meglio. Al triplice fischio è il Gaeta a passare il turno confermandosi bestia nera per i cugini del Minturno in Coppa come in campionato.