Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Tris di Carpentieri, ciliegina di D'Amelio: i biancoblu di Belardo mettono paura

Gara senza storia contro una Lodigiani sulle gambe dopo le fatiche di tre giorni fa. L'esterno si scatena con una tripletta meravigliosa, l'ex Tor di Quinto chiude i giochi. Adesso l'ultimo atto contro la Perconti



MARCATORI  Carpentieri 19’pt, 38’pt e 10’st, D’Amelio rig. 41’pt

SAVIO Armenia (28’st Generuso), Mezzopra (3’st Sette), Civiello, Tomei, Nargiso (21’st Agnoli), Matarazzo, Carpentieri (1’st Cupelli), Blasi (13’st Folorunsho), Maione (12’st Abruzzetti), Spaziani (16’st Manzelli), D’Amelio ALLENATORE Belardo

LODIGIANI Coppotelli, Tagliaboschi, Di Stefano (13’st Falotico), Grelloni, Losi, Rufini, Loreti (5’st Ciampi), Mastrantonio, Krasniqi (16’st Compagnone), D’Orsi, Baroni (5’st Romanelli) PANCHINA Reali, Succi, Fattorini ALLENATORE Grande

ARBITRO Antonellis di Ciampino

ASSISTENTI Madeddu e Parisella di Latina

NOTE Espulsi  al 40’pt Mastrantonio (L) per fallo da ultimo uomo, al 24’st Rufini (L) per doppia ammonizione, al 27’st D’Orsi (L) per proteste Ammoniti Mezzopra, Maione, Tagliaboschi, Losi, Loreti, Romanelli Angoli 5-3 Rec. 1’pt – 0’st 


Il Savio di mister Roberto Belardo rifila un pesante poker alla Lodigiani e accede alla finale per la conquista del titolo regionale degli Allievi Elite. Un match nel quale i padroni di casa hanno messo in mostra un maggiore cinismo, capitalizzando al meglio tutte le occasioni create nella prima frazione di gioco. Il 3-0 sul quale si sono chiusi i primi quaranta minuti di partita, infatti, punisce severamente una Lodigiani che era scesa in campo con grande grinta e ben decisa a fare la partita. Grande protagonista del match è stato certamente Attilio Carpentieri che, con una splendida tripletta, ha spezzato l’equilibrio regalando alla sua formazione l’accesso alla finalissima di Ciampino.

Belardo © photosport.itPrimo tempo. Sin dalle battute iniziali è la Lodigiani, a cui il pareggo non basterebbe per passare il turno, a fare la partita. Nei primi dieci minuti di gara Loreti e Baroni sulle fasce mettono in grossa difficoltà la retroguardia azzurra che si salva in affanno solamente in corner. Passato il momento iniziale, si fa vedere in avanti anche il Savio, che con Carpentieri e Blasi provano la conclusione in porta senza però impensierire l’attento Coppotelli. Al 17’ splendida azione di D’Orsi, che costringe Armenia alla difficile deviazione in corner. Passano due minuti e il Savio sblocca la gara. Slalom sulla destra di Carpentieri, che si accentra, entra in area e batte Coppotelli. Al 26’ il Savio ancora in avanti con Spaziani, mentre subito dopo Loreti e Baroni cercano la rete del pareggio senza successo. Al 34’ azione in velocità della Lodigiani, Tagliaboschi entra in area dalla destra, ma Armenia blocca in tuffo la conclusione del due biancorosso. Primo tempo ormai agli sgoccioli, ma proprio negli ultimi due minuti arriva l’uno-due che chiude il match. Al 38’ Carpentieri calcia di prima intenzione dal limite. La sua conclusione trova anche una deviazione e si insacca imparabilmente all’incrocio. Passano due minuti e Mastrantonio si fa soffiare palla al limite dell’area da Maioni. Il numero 8 ospite non può far altro che commettere fallo rimediando il cartellino e rosso e provocando il rigore che D’Amelio realizza con freddezza. Le squadre tornano così negli spogliatoi con il risultato saldamente in mano al Savio.

Secondo tempo. Nella ripresa la gara non ha più molto da dire. La Lodigiani prova a riorganizzarsi, arretrando un vivace D’Orsi nel ruolo di regista davanti alla difesa, ma al 10’ il Savio cala il poker. E’ ancora Carpentieri ad entrare in area al termine di una prolungata azione personale e ad insaccare la rete del 4-0, nonostante il tentativo di Coppotelli. Gara ormai in ghiaccio, anche se la Lodigiani prova a farsi rivedere in avanti con una punizione di Rufini. Al 24’, però, lo stesso Rufini rimedia il secondo giallo lasciando in nove la Lodigiani, che al 27’ rimane in otto per l’espulsione per proteste di D’Orsi. Sul 4-0 e con tre uomini in più in campo il Savio non affonda più il piede sull’acceleratore. Solo al 32’, sugli sviluppi di una punizione dal fondo, il Savio trova la quinta rete con Cupello, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. L’ultimo sussulto arriva al 34’ quando Coppotelli si oppone alla grande in tuffo sulla conclusione da fuori di D’Amelio. Savio che accede così alla finale dove affronterà l’Ostia Mare.