Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Tris Lazio, la finale scudetto va alla bella

Le biancocelesti stendono la Ternana 3-0: il titolo si assegnerà nella sfida decisiva



LAZIO-TERNANA IBL BANCA 3-0 (1-0 p.t.) 

MARCATRICI 13'59'' p.t. Vanessa (L), 4'48'' s.t. Gayardo (L), 7'39'' Siclari (L)

LAZIO Ana Catarina, Presto, Siclari, Gayardo, Luciléia, Schirò, Ceci, Violi, Vanessa, Corio, De Angelis, Giustiniani ALLENATORE  Petricca

TERNANA Tardelli, Pascual, Neka, Exana, Bisognin, Coppari, Uveges, Donati, Blanco, Torelli, Bennardo, Cordaro ALLENATORE  Shindler

ARBITRI Simonetta Romanello (Padova), Giuseppe Di Gregorio (Enna) CRONO Simone Micciulla (Roma 2)

NOTE AMMONITE Exana (T), De Angelis (L)


Foto © CASSELLA/Divisione Calcio a cinqueLa finale scudetto femminile si deciderà a gara-3. Questo il verdetto al palazzetto dello sport di Fiano Romano, dove le campionesse d'Italia in carica della Lazio si impongono 3-0 annullando così il match point della Ternana IBL Banca. Senza Lucileia, uscita tra le lacrime per un infortunio al ginocchio, la squadra biancoceleste vince con le reti di Vanessa, Gayardo e Siclari. Mercoledì (ore 20.30, diretta RaiSport 2) di nuovo in campo a Fiano Romano per l'ultimo atto: sarà un altro pienone di pubblico, come quello di stasera.

I primi minuti di gioco sono una sfida tra Lucileia eTardelli. La prima occasione capita dopo pochi secondi: Presto ruba palla ad Exana, manda in porta la brasiliana che però eccede nel dribbling sola davanti a Tardelli. Più tardi, il portiere è provvidenziale sul destro della giocatrice biancoceleste, che poi prende il palo esterno con un tiro di destro. Al 3', Lù prende una storta, esce per 4' e rientra in campo, ma si accascia di nuovo e – tra le lacrime – termina anzitempo la partita. Il primo squillo della Ternana è di Bisognin, che col sinistro impegna Ana Catarina. Ma è la Lazio la squadra più viva: Gayardo buca centralmente la difesa rossoverde e serve Siclari, ma ancora una volta Tardelli gli dice di no. L'occasione sprecata al 12' è clamorosa: Violi fa partire il tre contro uno, scarica per Vanessa il cui passaggio per Ceci è mal calibrato. Più tardi, Tardelli compie il miracolo su Gayardo, partita da sola in contropiede, ma nulla può sul gol del vantaggio siglato al 13'59'' da Vanessa, che ruba palla a Pascual nei pressi del calcio d'angolo, ubriaca la difesa avversaria e deposita la palla in rete col piatto. La reazione della Ternana è nei piedi diBlanco, che va a rimorchio su Neka e con la punta non inquadra la porta di poco. Si va al riposo con il risultato inchiodato sull'1-0.

Nella ripresa, le Ferelle hanno una grande chance di pareggiare con Neka e poi con Bisognin, che – in contropiede – preferisce calciare anziché servire sul secondo palo Blanco. Gol mangiato, gol subito: al 4'48'', la puntata dalla distanza di Gayardo buca le mani a Tardelli, tutt'altro che incolpevole. C'è solo una squadra in campo, ed è quella biancoceleste: Vanessa colpisce la traversa su punizione, Siclari sigla il 3-0 con un piattone dopo l'assist di Gayardo che aveva approfittato dell'errore di Exana. Dopo aver accusato il colpo, la Ternana esce di nuovo allo scoperto ma il risultato non cambia fino al termine della gara.