Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Troppa Viterbese per l'Astrea: al Rocchi finisce in goleada

Ferazzoli esulta grazie ai gol di Giannone, Nuvoli, Morini e alla doppietta di Pero Nullo



9a Giornata - 02 nov 2014
5 - 0

MARCATORI Giannone 16' pt, Nuvoli 27' pt, Pero Nullo 8' st e 18' st, Morini 35' st
VITERBESE C. Fadda, Perocchi, Tuniz, Scardala, Dalmazzi, Nuvoli, Renan Pippi, Giannone, Saraniti, Morini, Pero Nullo PANCHINA Zonfrilli, Pingitore, Cirina, Gimmelli, Russi, Faenzi, Spinelli, Neglia, Giurato ALLENATORE Ferazzoli
ASTREA Micheli, Appolloni, Briotti, Pentasaglia, Cipriani, Sannibale, Maurizi, Gaeta, Simonetta, Mollo, Amico PANCHINA Ciurlini, Forchini, Cruciani, Dionisi, Guglielmi, Cataldi, Circuri, Giuntoli, Di Iorio ALLENATORE Rambaudi
ARBITRO Natilla di Molfetta
ASSISTENTI Carnevale e Cavallo di Frosinone

Image titleNon c'era modo migliore per tornare al successo. La Viterbese Castrense spazza via l'Astrea con un 5-0 che lascia poco spazio ai commenti. La squadra di Ferazzoli gioca sul velluto e archivia la pratica prima dell'intervallo, grazie a Giannone e Nuvoli. Nella ripresa Pero Nullo (doppietta) e Morini completano la festa, mettendo il doppio punto esclamativo sulla larga vittoria gialloblù. Per mister Rambaudi una domenica da dimenticare il più in fretta possibile. Il parziale cambia intorno al quarto d'ora, quando Giannone trasforma magistralmente un calcio di punizione conquistato da Pero Nullo. Lo stesso numero 11 sfiora il raddoppio pochi istanti dopo, con un bel diagonale che esalta i riflessi di Micheli. E' il preludio al 2-0, che arriva al 27' e porta la firma di Nuovli, lesto a risolvere di piatto un flipper all'altezza della lunetta. L'Astrea si affaccia dalle parti di Fadda in un paio di occasioni, ma è poca roba. Nella ripresa, sussulto ospite al 5' con Simonetta che prova ad approfittare di un'incomprensione tra Tuniz e Fadda, ma il tiro dell'attaccante è da dimenticare. Da ricordare, invece, è l'azione che porta al 3-0 per la Viterbese. Minuto 8', Giannone inventa un assist profondo per Pero Nullo, che entra in area e scavalca il numero 1 avversario con un tocco morbido da applausi. Grande giocata dell'attaccante di Ferazzoli. L'Astrea è ormai alle corde e poco prima del 20' Pero Nullo diventa ufficialmente l'incubo della retroguardia di Rambaudi: dai e vai con Saraniti e tiro secco a battere Micheli per la quarta volta. I gialloblù abbassano leggermente i ritmi, ma nel finale c'è ancora tempo per assistere al pokerissimo di Morini, che è anche l'ultima vera emozione del match.