Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Tutto come prima: Palombara e Capitolina chiudono in parità

Il team di Consalvo non chiude il campionato, ma tiene a distanza i rossoblu di Fiore, che si fanno rimontare due gol di vantaggio



VIRTUS PALOMBARA – CAPITOLINA 3-3


MARCATORI
Rubei 20’pt (C), Fiore 27’pt (P), Gioia 5’st (P), Albano 8’st (P), De Cicco 16’st (C), Lauri 24’st (C)

VIRTUS PALOMBARA Maresca, Gioia, Fiore, Gentile, Scacia, Milani, Albano, Ricci, Butnaru, Moretti, Miceli, Di Ponto ALLENATORE Fiore

CAPITOLINA MARCONI Mazzuca, Fratini, Angelini, Lauri, Rossi, Rubei, De Cicco, Cerchiari, Leandri, Becchi, Marras, Bardoscia ALLENATORE Consalvo

ARBITRI Fallace di Roma 2, Bongiorni di Roma 1

NOTE Espulso al 11’st Angelini (C) per doppia ammonizione Ammoniti Rubei Falli 2-4, 2-5 Rec. 1’pt – 1’st


Image titleTermina in parità il big match di serie C1 tra Virtus Palombara e Capitolina Marconi. Un pareggio che lascia tutto invariato, ma che fa più comodo alla formazione di mister Consalvo, che chiude il girone di andata con quattro lunghezze sul team rossoblu. Al palazzetto di Fiano Romano è andato in scena una sfida dai due volti. Ad un primo tempo di chiara marca giallonera, con la capolista che ha sciupato troppo sotto porta, ha fatto seguito una ripresa nella quale il Palombara, alla prima di Fiore nel ruolo di allenatore-giocatore, si è portata sul 3-1, per poi subire la grande rimonta avversaria. Alla fine il pareggio fa felice anche il Lido di Ostia, che passa a Civitavecchia e si porta ad una lunghezza dai rossoblu.


Primo tempo. Dopo un lampo iniziale di Ricci, neutralizzato da Mazzuca, la Capitolina prende il possesso delle operazioni e riesce a costruire numerose occasioni. La squadra di Fiore, almeno in avvio, sembra forse un po’ timida rispetto al solito e non riesce quindi a far girare palla con fluidità. Al 2’ la Capitolina è già vicina al vantaggio, ma Di Ponto salva su Rubei. Al 7’ ancora Di Ponto provvidenziale sul Angelini, mentre la risposta rossoblu è in una incursione di Gentile respinta da Mazzuca. La Capitolina cresce con il passare dei minuti: al 17’ De Cicco serve Angelini che, da ottima posizione, non inquadra lo specchio. Il vantaggio gialllonero sembra nell’aria e arriva al 20’ con Rubei che chiude sul secondo palo e insacca alle spalle di Di Ponto. Il gol scuote in parte il Palombara, che alla prima vera occasione trova il pareggio con Fiore, che fulmina imparabilmente Mazzuca da fuori area. Passa un minuto e la Capitolina è ancora pericolosa con Cerchiari, ma la sua conclusione sibila di un soffio sopra la traversa.


Secondo tempo. Nella ripresa la Capitolina ha un approccio troppo morbido e il Palombara ne approfitta immediatamente. Al 5’ un super Gioia prende palla a metà campo, supera un avversario e, dalla distanza, lascia partire una bordata che si insacca all’incrocio dei pali. La Capitolina non si scuote e tre minuti più tardi è Albano, in diagonale, a siglare il 3-1. All’11’ prima svolta della partita: Lauri commette fallo, ma gli arbitri lasciano proseguire per il vantaggio. Conclusa l’azione in direttore di gara sbaglia persona e ammonisce Angelini, intanto tornato in panchina, per il fallo precedente. Il numero 4 giallonero prova a far sentire le sue ragioni e rimedia immediatamente il secondo giallo. Pur privando la squadra di un uomo fondamentale, l’episodio scuote la Capitolina dal suo torpore e al 16’ una deviazione di testa di De Cicco, su conclusione di Lauri, riapre il match. Il Palombara prova a riportarsi in avanti al 18’ ed è sfortunato quando sulla respinta di Mazzuca sul tiro di Milani, si avventa Butnaru che centra in pieno il palo. Il match cala leggermente di ritmo, anche se la Capitolina opera il massimo sforzo per ristabilire la parità. Al 24’ bomba di Fratini e miracolo di Di Ponto. Passa un minuto e Lauri intercetta una ripartenza rossoblu, avanza fino al limite dell’area e lascia partire una puntata che, questa volta, non lascia scampo a Di Ponto. Il match di fatto finisce qui. 

Ora iniziano le tre settimane la pausa natalizia, non per Palombara e Capitolina, che fra 14 giorni saranno di nuovo una di fronte all’altra per la semifinale di Coppa Lazio del 3 gennaio.