Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Tutto facile per la Tor Tre Teste: contro la Tuscia finisce 6-1

Con tre gol per tempo i locali annientano gli ospiti, mai in partita nè in grado di ribaltare il risultato.



13a Giornata
6 - 1

MARCATORI Puca 32’pt e 41’st (NTTT), Mele 38’pt (NTTT), Antonini 5’st (TF), De Dominicis 8’st (NTTT), Faletra 42’st (NTTT), Montaldi 44’st (NTTT)
NUOVA TOR TRE TESTE Santesarti 6, Tiraferri 6,5, Gallo 7 (30’st Pinto 6), Tamburlani 6,5, Mele 6,5, Federico 6, Milano 6,5 (11’st Lucia 6), Puca 7,5 (11’st Faletra 6,5), Petrich 6 (32’st Samb 6), De Dominicis 7 (15’st Arcano 6), Montaldi 7,5 PANCHINA Ferendeles, Palmieri ALLENATORE Fabi
TUSCIA FOGLIANESE Castellani 6, Taratufolo 5,5, Carosi 5, Egidi 5 (30’st Di Benedetto sv.), Pasqualetti 5, Cuscunà 5,5, Verduchi 5, Delle Monache 5 (23’st Ottavi 5,5), Molacci 5 (16’st Topi 5), Palombi 5, Antonini 6,5 (11’st Aquilani 5,5) PANCHINA Cenani ALLENATORE Chiurazzi
ARBITRO Morello di Tivoli, 6,5
NOTE Angoli 0-12.

Nel match testa-coda della 13ma giornata la capolista Nuova Tor Tre Teste non ha problemi contro la Tuscia Faoglianese ultima in classifica e si impone con un tennistico 6-1. Partita dominata dal team di Fabi, che ha dato spettacolo giocando in scioltezza e raccogliendo anche poco data la mole di occasioni creata, mai messo in difficoltà dagli ospiti, eccezion fatta per il gol della bandiera di Antonini.

Sono i padroni di casa a prendere subito in mano le redini del gioco, portandosi nei primi 10’ un paio volte alla conclusione con le punizioni di Federico e Gallo. Al quarto d’ora ancora locali in attacco: sugli sviluppi di un corner De Dominicis lavora un buon pallone sull’out sinistro, crossando poi in area dove Petrich di testa non inquadra lo specchio da due passi; a seguire al 18’ altra buona occasione per i ragazzi di Fabi, ma Petrich spreca nuovamente il rigore in movimento servitogli da Montaldi. Passato il 20’ la Tuscia accenna una reazione, con Cuscunà che conclude un contropiede calciando alto dal limite, poi ricomincia il monologo dell’undici di casa, che riprendono il forcing offensivo con le conclusioni di Tamburlani e Puca. Nonostante le molte occasioni create, la Tor Tre Teste non riesce a sbloccare il risultato, neanche alla mezz’ora quando Mele centra in pieno la traversa con un colpo di testa su corner, e sulla ribattuta Tamburlani alza troppo in acrobazia. Finalmente al 32’ i beniamini di casa trovano il meritatissimo vantaggio, al termine di un’azione ben manovrata: giro-palla efficace in mezzo al campo, alla fine a sinistra De Dominicis fa viaggiare Gallo in sovrapposizione, cross del terzino e palla raccolta in area da Puca il quale si libera ed insacca con un diagonale mancino. Gli ospiti accusano il colpo e sulla scia dell’entusiasmo i padroni di casa raddoppiano al 38’, con Mele che stavolta di testa non lascia scampo a Castellani, in seguito, dopo il tentativo di De Dominicis, chiudono la prima frazione calando il tris con Puca che si regala la doppietta, segnando con un piatto destro sul secondo palo a conclusione di una percussione dalla sinistra.

Tor Tre Teste in esultanzaLa ripresa inizia nel segno della Tuscia, che al 5’ rientra in partita grazie alla spettacolare rovesciata di Antonini; neanche il tempo di gioire per la rete che la Tor Tre Teste rimette apposto le cose allungando nuovamente con la bella spizzata di De Dominicis, che sugli sviluppi di un angolo firma il 4-1. Come nel primo tempo, anche nel secondo l’undici di casa bombarda la porta avversaria, troppo netto il divario tra le due compagini. Verso il 20’ Faletra calcia un paio di volte, poi il solito Mele stacca di testa, Castellani si oppone con l’aiuto della traversa, a seguire anche Tamburlani cerca gloria con una punizione. Nessuna reazione da parte dei viterbesi, così alla mezz’ora Petrich sfiora la cinquina con un colpo di testa a fil di palo su cross dell’incontenibile Montaldi. Al 35’ fiammata degli ospiti con il tiro di Topi dal limite, nel finale la Tor Tre Teste arrotonda il risultato con le reti di Faletra, diagonale preciso all’angolino, e Montaldi, percussione in area e tocco ad anticipare l’uscita di Castellani, le quali fissano il punteggio sul definitivo 6-1.