Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Tutto nella ripresa: l'Unipomezia supera il Cedial Lido dei Pini

Il team di Marinelli si impone con il rigore di Valenza e il gol di Martinoia. Gara che regala poche emozioni merito di un arbitraggio pessimo



L'esultanza pontina dopo la rete dell'1-0UNIPOMEZIA - CEDIAL LIDO DEI PINI 2-0

MARCATORI Valenza rig. 20'st, Martinoia 45'st

UNIPOMEZIA Santi 7, Vallesi 6.5, Esposito 6, Busti 6, Falconieri 5, Giacoia F. 6.5, Marchesano 5.5 (33'st De Carolis v), Valenza 6.5, Martinoia 6, Bergamo 6 (37'pt Giacoioa E. 6.5), Lupi 5.5 (17'st Nasso 6) PANCHINA Bernardini, Benenati, Pezzera, Denti ALLENATORE Marinelli

CEDIAL LIDO DEI PINI Cojucaru 6, Bressan 5, Ostaggio 6, Barbati 6, Poltronetti 6, Bolletta 5 (1'st Frezzotti 6.5), Bernardi 5 (33'st Carannante sv), Martino 6, Loreti 5.5, Cristofari 6 Frezzotti 5.5 (1't De Carolis 6) PANCHINA Flamini M., Floris, Franco, Flamini G. ALLENATORE Panicci

ARBITRO Cecchi di Roma 1, 4.5

ASSISTENTI Ardanese e Cappelletti di Roma 1

NOTE Espulso al 23'st Flamini G. (C) dalla panchina Ammoniti Esposito, Giacoia F., Lupi De Carolis, Barbati, Poltronetti, Bolletta, Bernardi Frezzotti, Frezzotti Rigore falllito al 2'pt da Falconieri (U) Rec. 1'pt - 2'st


Poche emozioni e scarso spettacolo nel match di via Varrone tra Unipomezia e Lido dei Pini. Alla fine la spuntano i padroni di casa grazie ad un dubbio rigore di Valenza e al raddoppio allo scadere di Martinoia. In mezzo tanta noia e poco calcio giocato, a causa anche di una terna arbitrale mai all’altezza della situazione nella gestione dei fischi e dei cartellini: due rigori generosi, un rosso e dieci gialli in un match tutt’altro che cattivo o ruvido sono lo specchio della giornata storta del signor Cecchi di Roma 1.


La cronaca. La gara parte subito con una grande emozione. Dopo appena due minuti un lancio lungo trova impreparata la difesa del Cedial. Si incunea Lupi che termina a terra dopo un contrasto aereo con Bressan. L’arbitro concede un rigore quanto meno dubbio, sia per il contatto che per il punto di impatto davvero vicino alla linea dell’area. Sul dischetto si porta Falconieri che, però, spara alto. L’avvio non mantiene però le promesse perché da li in poi non accade più nulla. Da segnalare solo una splendida azione personale di Vallesi, fermato con un fallo al limite dell’area. La punizione di Valenza però non sortisce alcun effetto.Cambia ben poco nella ripresa. Il match stenta a decollare, nonostante i cambi dalle panchine. All’8’ però si accende improvvisamente il Cedial. Dopo un rimpallo aereo, la sfera finisce sui piedi di Poltronetti che, all’interno dell’area piccola, ha tutto il tempo per controllare e calciare. La sua conclusione, però, è tanto potente quanto centrale e Santi è straordinario a respingere e a salvare il risultato. Passano due minuti e Cedial ancora pericoloso. Bella azione del neo entrato De Carolis che serve Cristofari in area. Prima dell’attaccante interviene Falconieri, che sfiora l’autorete, evitata solo da un grande riflesso di Santi. La gara torna a scemare di intensità e la rete del vantaggio arriva improvvisa. Al 20’ Giacoia supera un ingenuo Bernardi, che è costretto a trattenere per la maglia l’avversario. Il fallo inizia nettamente fuori area e si prolunga fin dentro l’area, dove l’attaccante pometino cade a terra. L’arbitro indica nuovamente il dischetto e questa volta è Valenza ad incaricarsi della battuta, spiazzando il portiere avversario. Dopo la rete la panchina del Lido dei Pini esplode e a pagarne le conseguenze è Flamini, che si vede sventolare il cartellino rosso. Ristabilita la calma, la reazione del Cedial non arriva. Al 29’ ci prova Cristofari su punizione, ma la sua conclusione termina di poco alto. L’ultima emozione arriva allo scoccare del 90’. Cristofari calcia dal centro dell’area, ma la sua conclusione viene murata dalla difesa e si trasforma in un rapido contropiede, che Martinoia, in diagonale, trasforma nella rete del 2-0 che chiude definitivamente la partita. Unipomezia che trova la prima vittoria stagionale, mentre il Cedial non riesce a bissare la bella prestazione mostrata contro il Rocca Priora.