Notizie
Categorie: Dilettanti

Tutto pronto per l'Atletico Torbellamonaca

Domenica alle ore 15.30 la squadra capitolina farà il suo debutto nel girone E sul campo della Spes Montesacro



Kristian Cusanno trequartista dell'Atletico TorbellamonacaL’Atletico Torbellamonaca sta per tuffarsi nel suo terzo campionato consecutivo di Prima categoria. Domenica (alle ore 15,30) la squadra capitolina farà il suo debutto nel girone E sul campo della Spes Montesacro, al cospetto di una delle squadre più accreditate almeno sulla carta. "Sembra si tratti di un avversario molto ben costruito – conferma Kristian Cusanno, trequartista classe 1991 -, ma noi dobbiamo guardare in casa nostra ed essere fiduciosi delle nostre possibilità. Lo scorso anno, nel pre-campionato, abbiamo più volte sottolineato di essere una delle squadre favorite: quest’anno stiamo tenendo un profilo più basso, ma allo stesso tempo non dobbiamo nemmeno pensare che dall’altra parte ci siano squadroni imbattibili altrimenti commetteremmo un errore dal punto di vista mentale". In vista del match di domenica potrebbe esserci una difficoltà in più, visto che si giocherà di pomeriggio. "Sì, a quell’ora giocherà anche la Roma e molti di noi sono tifosissimi – ride Cusanno – Significa che giocheremo con l’auricolare della radiolina sotto la maglia oppure che a fine primo tempo daremo un’occhiata al telefonino per capire come sta andando. Scherzi a parte, saremo concentratissimi su quello che accadrà sul nostro campo". Nonostante la giovane età, Cusanno è uno degli elementi “storici” di questo club visto che veste la maglia dell’Atletico Torbellamonaca da quattro anni. E non nasconde un pizzico di amarezza per la precoce eliminazione dalla Coppa Lazio nel triangolare che opponeva il club romano alla Borghesiana (con cui l’Atletico ha pareggiato 1-1 in casa) e al Vicovaro. "E’ stata fatale la nostra sconfitta per 1-0 proprio sul campo di quest’ultima squadra al termine di una prestazione bruttina, in cui abbiamo fatto un po’ di confusione e non siamo stati incisivi in fase offensiva. Ora vogliamo chiudere quella parentesi e dedicarci totalmente al campionato: mentalmente il gruppo ha superato la sconfitta di domenica e vogliamo dimostrarlo".