Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Tutto pronto per la 32ª giornata di campionato

La Lupa ha la chance di chiudere i conti una volta per tutte se vince in casa del Fondi; tante ancora le squadre alla caccia di un posto ai playoff



Fabrizio Perrotti, tecnico del San CesareoGirone G. Manca poco, anzi pochissimo: una vittoria domenica vorrebbe dire Lega Pro per la Lupa Castelli Romani. Niente calcoli, nessun orecchio rivolto verso altri campi, solo tre punti (in verità due) dividono il team di Galluzzo da una storica promozione fra i professionisti, il giusto finale di una stagione fantastica che ha visto la Lupa dominare il campionato dalla prima a l’ultima giornata. A cercare di rovinare la festa ai castellani ci sarà però il Fondi, compagine in piena lotta per accedere alla post season che vorrà a tutti i costi rifarsi dopo la sconfitta patita ad Olbia la domenica scorsa. Ed è proprio al “Nespoli” che avrà luogo la sfida più intrigante di questa giornata: il team di Biagioni ospiterà infatti la terza forza del campionato, ovvero il San Cesareo, deciso a difendere il gradino più basso del podio dall’assalto dei sardi. Tante le squadre ancora in lizza per un posto ai playoff, e l’Ostiamare è una di esse: i biancoviola, costretti a giocare a porte chiuse sul neutro di Pomezia, riceveranno un Terracina ormai retrocesso, e quindi ritornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive non dovrebbe essere un problema per gli uomini di Chiappara i quali potrebbero avvantaggiarsi dello scontro tra Arzachena e Nuorese, mentre sulla carta sfida assai facile per il Budoni che andrà a giocare in casa del fanalino di coda Anziolavinio. La Viterbese dal canto suo farà visita all’Isola Liri, i gialloblu hanno poco da chiedere ancora al campionato – la seconda piazza è matematicamente loro – mentre i ciociari cercano punti per ottenere il diritto di giocarsi in casa l’ormai quasi certo spareggio-salvezza contro il Palestrina, a sua volta impegnato contro un Sora praticamente salvo. Sempre in ottica salvezza sfida equilibrata a Genzano dove il Cynthia ospiterà l’Astrea, mentre il Selargius di Zeman, praticamente con l’acqua alla gola, cercherà una difficile vittoria sul campo dell’Aprilia. Sarà durissima.

Rieti, la vittoria è obbligatoriaGirone E. Allo “Scopigno” di Rieti arriva il San Donato Tavernelle, e per gli amarantoceleste c’è solo un risultato, vincere: la missione è riprendersi il terzo posto occupato fino a domenica, quando l’inaspettata sconfitta patita con il Trestina ha fatto sì che il Ponsacco scavalcasse in classifica il team di Beoni. In settimana si è chiusa invece tra mille polemiche l’era Lillo Puccica a Civita Castellana, e nella prima partita della gestione Roberto Rossi la Virtus Flaminia andrà a fare visita all’Olimpia Colligiana, squadra alla disperata ricerca di punti salvezza.