Notizie

UEFA Youth League, la Roma parte bene: CSKA battuto in rimonta

Zhamaletdinov sblocca la gara dopo sette minuti, poi ci pensano Calabresi, Verde e Adamo



Daniele Verde, autore dei 2-1 foto©photosportiva.itMARCATORI Zhamaletdinov 7’pt (C), Calabresi 36’pt (R), 42’pt Verde (R), Adamo (R) 10’st

ROMA Marchegiani 6, De Santis E. 6 (13’st Paolelli 6), Anocic 6, Calabresi 6.5, Capradossi 6, Ricozzi 6, Verde 7 (43’st D’Urso sv), Pellegrini 6.5, Sanabria 6.5, Adamo 7 (24’st Vasco 6), Di Mariano 6 PANCHINAPop, Belvisi, Di Livio, Taviani, Faiella, Soleri ALLENATORE De Rossi

CSKAMOSCA Pomazun 5, Nikolaesh 6, Nikitin 5, Alibekov 5.5, Drykov 6.5, Lorionov 6, Makarov 5.5 (13’st Knyazev 5.5), Gordyushenko 6, Zhamaletdinov 6, Golovin 5.5 (17’st Glukhov 5.5), Chemov 5.5 (26’st Saraev sv) PANCHINA Ulukhanov, Zlobin, Titov, Sokolov, Sorokin, Ovchinnikov ALLENATOREGrishin

ARBITRO Sant (Malta)

ASSISTENTI Debattista e Vella (Malta)

QUARTO UFFICIALE Mariani (Italia)

NOTE Ammoniti Adamo Recupero 1’pt, 4’st Angoli 5-5


Buona la prima per la Roma di Alberto De Rossi che nella sua casa europea (Rieti) supera in rimonta un vivace CSKA Mosca. Un successo che permette ai giallorossi di iniziare nel migliore dei modi l’avventura nella UEFA Youth League. Tra due settimane l’undici capitolino tornerà in campo in Inghilterra tra le mura del Manchester City per affrontare una delle sfide più affascinanti della fase a gironi.


La gara. Primo tempo in salita perla formazione di Alberto De Rossi, dopo sette minuti infatti sono gli ospiti a passare in vantaggio: lancio dalle retrovie apparentemente velleitario, Larionov svetta però di testa anticipando Calabresi, taglio di Zhamaletdinov che brucia sul tempo Capradossi e di destro incrocia bene alle spalle di Marchegiani. Una doccia fredda per i giallorossi che nei primi scampoli di gara avevano dimostrato maggiore confidenza con la partita rispetto agli avversari. La reazione dei padroni di casa tarda ad arrivare, De Rossi chiede maggiore spinta ai terzini e la Roma alza il suo baricentro. Al 24’pt doppia occasione di stampo romanista: prima Pellegrini, servito in appoggio da Sanabria, colpisce male tirando sul fondo. Un minuto dopo ci prova Adamo, ma il suo tiro incrociato è troppo debole per impensierire Pomazun. Episodio dubbio due minuti dopo: De Santis serve sul lungo linea destro Verde che scatta sul filo del fuorigioco, l’esterno si accentra, entra in area e viene steso da Nikitin, perl’arbitro però è tutto regolare. L’impegno giallorosso trova riscontro negli ultimi dieci minuti di gioco: al 36’pt Di Mariano sventaglia sulla destra per Verde, l’attaccante converge al centro e di sinistro impegna l’estremo difensore ospite che deviain angolo. Dalla bandierina va Adamo: crossa per Capradossi che di testa la mette in mezzo, inserimento vincente di Calabresi che incorna insaccando alle spalle di Pomazun. Il CSKA Mosca accusa il colpo e la Roma trova un altro scorcio per affondare il colpo: Sanabria è bravo a procurarsi un calcio di punizione dalla lunetta; da calcio piazzato Verde lascia partire un rasoterra insidioso che passa attraverso la barriera ospite cogliendo impreparato Pomazun. 

L'esultanza di Adamo foto©photosportiva.it

Secondo tempo. Nella ripresa la musica è sempre la stessa: il CSKA non riesce più ad impensierire Marchegiani, la Roma tiene in mano il pallino del gioco. Dopo dieci minuti arriva il terzo gol giallorosso ancora su calcio piazzato: Pellegrini appoggia per Adamo che dalla distanza lascia partire un destro potente e rasoterra, anche stavolta il portiere russo non ci arriva. I russi tentano il tutto per tutto e al 22’st sfiorano il gol: incursione pericolosa di Drycov sulla sinistra, l’esterno butta la palla nella mischia e Larionov colpisce da posizione ravvicinata cogliendo il palo. Nel finale occasione per Di Mariano, ma l’attaccante ex Lecce, imbeccato bene da Sanabria, si fa recuperare dal Alibekov. In zona Cesarini plastica parata di Pomazun su una bella conclusione a girare del neo entrato D’Urso. E’ l’ultimo sussulto di un match avvincente che ha visto i giallorossi partire nel migliore dei modi dopo un avvio di gara insalita. Dopo Livorno e Palermo, anche il CSKA Mosca deve issare bandiera bianca contro la Roma di Alberto De Rossi.