Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Un bel Civitavecchia batte per 2-0 al Paglialunga il Fregene: decidono Ianzi e Brunetti

Dopo un primo tempo equilibrato, nel giro dei primi 5' della ripresa i nerazzurri stendono i biancorossi



MARCATORI Ianzi 2'st, Brunetti 5'st 


FREGENE Barrago 6, Fabris 6, Tafi 6 (43'st Fiorini sv), Empoli 5.5, Piccheri 5.5, Perelli 5.5, Nanni 6, Fatati 5.5 (13'st Di Ianni 5), Agostino 5, Ceccarelli 5 (13'st Molfesi 6), Giuffrida 5 PANCHINA Esposito, Giustini, Lucarelli, Zappellini ALLENATORE Caputo 


CIVITAVECCHIA Paracucchi 6.5, D'Amore 6, Brunetti 6.5, Barluzzi 6.5, Ianzi 7, Roccisano 6.5, Giambi 6 (26'st Pierri 6), Sacripanti 6, Hasa 6, Ruggero 7 (34'st Elisei sv), Bangrazi 5.5 PANCHINA Tossio, Di Marco, Mariani, Cherubini, Elisei, Pierri, Jamani ALLENATORE Insogna


ARBITRO D'Antoni di Ciampino, 7 ASSISTENTI Cocco di Frosinone e Accardo di Tivoli 


NOTE Ammoniti Hasa, Paracucchi, Nanni, Sacripanti Angoli 7-3 Rec 0'pt - 4'st 


Esultanza a fine gara Foto©GazzettaRegionaleIl Civitavecchia piazza il colpo, e con una prova attenta, generosa e cinica, porta a casa i primi tre punti. Mastica amaro, invece, il Fregene di Caputo, incapace di concludere nel primo tempo, prima di spegnersi sotto l'uno-due micidiale dei nerazzurri ad inizio ripresa. La prima azione pericolosa del match al 9' quando dalla bandierina Barluzzi pesca Ruggero che di testa stacca sul secondo palo e spedisce sul fondo. Il Fregene si affaccia dalle parti di Paracucchi al 24' quando Nanni serve al centro un pallone che viene toccato da Giuffrida su un avversario e poi giunge sui piedi di Ceccarelli, che prova a scaricare in porta ma trova la deviazione di un difensore nerazurro che manda la sfera sopra la traversa. E' poi comunque il Fregene a prendere in mano il pallino del gioco, senza creare particolari grattacapi alla difesa nerazzurra, ma provano comunque alcune conclusioni con Nanni (palla alta sopra la traversa da circa 20 metri in posizione defilata sulla destra) e con Tafi che viene servito in corsa sulla sinistra da Giuffrida, entra in area,ma calcia malamente sull'esterno della rete. Ben più pericoloso al 36', invece, un altro tentativo di Nanni che va via sul fondo e prova a battere Paracucchi sul primo palo, ma il portiere civitavecchiese respinge. Inizio ripresa da incubo per il Fregene e da sogno per il Civitavecchia. Conquistato un calcio d'angolo a 2' la palla schizza in area e finisce sui piedi di Ianzi che in girata scarica di prepotenza in porta il gol dell'1-0. Passano tre minuti ed i nerazzurri raddoppiano: calcio di punizione dalla trequarti, Brunetti spalle alla porta colpisce in girata eUna fase di gioco manda la palla sul secondo palo fissando il 2-0. Il Fregene prova un timido tentativo di risposta con una conclusione di Giuffrida dalla distanza che finisce alta (13'),mentre è ben più pericoloso Molfesi al 23' quando riesce a liberarsi sul primo palo, ma calcia contro un Paracucchi attentissimo. Al 33' il Civitavecchia va vicino al tris: Ianzi scarica sulla destra per Ruggerro che, dal limite dell'area, fa partire una pennellata che centra in pieno la traversa a Barrago battuto. Sul pallone si avventa Hasa, ma l'attaccante macedone spara sul portiere biancorosso che nel frattempo ha recuperato la posizione. Il Fregene non ne ha più e l'ultima occasione che crea arriva in maniera fortunosa al 41' quando Giuffrida prova a battere a rete dal limite, la palla carambola su un difensore nerazzurro e finisce sui piedi di Molfesi che, con un diagonale da sinistra verso destro fa correre il pallone davanti la porta, prima che controllato dagli avversari finisca sul fondo. Animi accesi nel finale di gara, per un fallo gratuito su Brunetti, parapiglia in campo solo accennato, poi torna la calma. Al triplice fischio grande gioia tra le fila nerazzurre, con giocatori e tecnico ad esultare sotto i propri sostenitori. Il Fregene, invece, parte male, squadra ancora un po' imballata e con poche variabili in avanti se non gli spunti di un Nanni che ha provato a tener vivi i suoi almeno per un'ora.