Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Un buon Trastevere batte 2-0 la Lupa Roma

Il team di Pirozzi trova la prima vittoria stagionale tra le mura amiche del Bachelet, a segno Mastromattei e Rocchi



TRASTEVERE - LUPA ROMA  2-0


MARCATORI Mastromattei 32’ st, Rocchi 47’st rig.
TRASTEVERE Dosmi, Menichetti (15' st Savatteri), Vendetti (30' st Angelè), Cerro (1' st Schiavon), Carta (5' st Fioravanti), Battistelli, Politi, Mastromattei, Delgado (1' st Rocchi), De Vincenzi (1' st Merli), Lorusso (20' st Panico) ALLENATORE Pirozzi
LUPA ROMA Mangiapelo, Cane, Celli (1' st Faccini), D’Agostino (35' st Silvagni),Pasqualoni, Locci, Neri, Quadri, Tajarol (25’ st Mastropietro), Di Michele (30’pt Massella), Santarelli PANCHINA Cianfriglia, Cerrai, Ferrari ALLENATORE Cucciari

Il Trastevere dopo la vittoria del campionatoDue a zero e tanto gioco: il Trastevere Calcio torna a giocare davanti al suo pubblico, e lo ripaga con una bellissima e storica vittoria ai danni della più titolata Lupa Roma, prossima partecipante al campionato di Lega Pro.Al Vittorio Bachelet di Via Vitellia i ragazzi di mister Sergio Pirozzi riscattano lo scivolone contro la Lupa Castelli e offrono le prime conferme tecnico-tattiche della stagione.Partita dalle tante luci per gli amaranto, che affrontano la stracittadina ancora con tanti giovani e con un piglio da squadra vera: dopo pochi minuti, De Vincenzi ha l’occasione per portare in vantaggio i suoi, ma spreca provando un lob ai danni di Mangiapelo. Sulla ribattuta, Delgado non riesce a correggere in porta. Gli uomini di Cucciari provano a far valere il tasso tecnico superiore, ma in campo, almeno per la prima mezz’ora, c’è solo il Trastevere.Pressing a tutto campo e cabina di regia intasata: Cerro, Politi e Mastromattei impongono al centrocampo ospite un ritmo di passaggio forsennato, tale da indurlo spesso all’errore, annullando anche la pur eccellente individualità di D’Agostino.Poco dopo il trentesimo altra chance amaranto: ancora De Vincenzi, davanti al portiere, spreca clamorosamente calciandogli addosso.La Lupa si vede solo nel finale, con un paio di conclusioni dalla distanza, controllate da Dosmi, e con un traversone insidiosissimo di Neri che si perde sul fondo.Nella ripresa Pirozzi manda subito in campo Merli, Rocchi e Schiavon, facendo poi entrare in corso anche Fioravanti, Panico, Savatteri e il giovane in prova Angelè. Il match resta equilibrato, il Trastevere non concede nulla e la Lupa prova ad alzare il ritmo, senza grossi pericoli dalle parti del portiere di casa. Al 77’ l’episodio che cambia il match: Rocchi si conquista un calcio di punizione dai venticinque metri. Dalla mattonella Mastromattei calcia a giro con il destro e disegna una parabola imprendibile per Mangiapelo. 1-0. La Lupa ha una reazione d’orgoglio, ma la difesa del Trastevere regge. Davanti, il solo Rocchi prova a tener palla e a fare reparto in solitaria, e il suo impegno viene premiato in pieno recupero quando in piena area viene trattenuto da Pasqualoni. Calcio di rigore. Dal dischetto, lo stesso Rocchi fissa il risultato sul 2-0, ponendo il punto esclamativo su una prestazione maiuscola del Trastevere.