Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Un grande L'Acquedotto non basta: 3-2 Montesilvano

Le alessandrine chiudono il loro meraviglioso cammino in Final Eight, ma rimangono in gara fino alla fine contro una grande squadra



L'ACQUEDOTTO-MONTESILVANO 2-3 (1-1 p.t.)

MARCATRICI 2'16'' p.t. Amparo (M), 14'58'' Rebe (A), 10'12'' s.t. e 18'59'' D'Incecco (M), 19'25'' Pomposelli (A)

L'ACQUEDOTTO Vecchione, Pomposelli, Alvino, Benvenuto, Rebe, Agnello, Turnone, Perez Pereira, D'Angelo, Amici, Mogavero, Cariani ALLENATORE Pezzuco

MONTESILVANO Ghanfili, Iturriaga, Di Pietro, Amparo, Reyes, Bruna Borges, Brandolini, Di Turi, Guidotti, Bellucci, Troiano, D'Incecco ALLENATORE Salvatore

ARBITRI Filippo Vidotto (San Donà di Piave), Giovanni Nero (Latina) CRONO Gaspare Asaro (Roma 2)

AMMONITE Alvino (A), Pérez Pereira (A)


Foto © CassellaCi credevano le ragazze, la società e tutto lo staff. In campo si è visto e dopo aver eliminato l'Isolotto, L'Acquedotto ha sfoggiato un'altra gara di grande dedizione e sacrificio contro una super squadra come il Montesilvano. L'avventura in Final Eight si chiude qui, ma la consapevolezza è quella di essere ormai una grande squadra, al pari delle più forti formazioni d'Italia.

È il Montesilvano a fare la partita e al terzo sblocca con Amparo in combinazione con Iturriaga. Le alessandrine subiscono fino al decimo (abruzzesi vicine al gol con Reyes e Bruna), poi escono alla distanza, sciogliendo la tensione col passare dei minuti. Al quindicesimo ottima uscita pressing delle romane, con Alvino che pesca Rebe alle spalle della difesa: la spagnola neanche stoppa la palla, ma beffa Ghanfili con un dolcissimo lob per la rete del pareggio. La risposta del Montesilvano è un grande diagonale di Amparo, ma Vecchione è super e distendendosi in spaccata, devia in angolo.

Nella ripresa avvio in sofferenza per Benvenuto e compagne. Il forcing del Montesilvano porta al raddoppio di D'Incecco al decimo minuto. A cinque dalla fine L'Acquedotto mette il portiere di movimento, ma dopo un paio di buone iniziative (sempre attenta Ghanfili), D'Incecco intercetta un passaggio in banda e di prima intenzione fa 3-1. La partita sembra finita, ma a 35'' dalla fine Pomposelli mette dentro il 3-2 e riaccende la speranza. L'assalto finale, però, è vano e L'Acquedotto cede a testa altissima al Montesilvano.

Si torna a Roma con la già citata convinzione: questa è una grande squadra e può giocarsela davvero con tutti. Questa grande Final Eight insegna.