Notizie

Un mese fa l’apertura dell’Urban Green Garden di Roma Tiburtina

Ha ricevuto una calda accoglienza da parte di pendolari e residenti il nuovo giardino allestito nella piazza ipogea dello scalo ferroviario. Presenti 35 varietà botaniche, vialetti e posti a sedere



L'Urban Green Garden di Roma Tiburtina (© Gazzetta Regionale)


Ha compiuto proprio in questi giorni il primo mese di vita l’Urban Green Garden allestito presso la piazza ipogea della Stazione ferroviaria di Roma Tiburtina. Seguendo l’onda di un successo che viene direttamente da Venezia Santa Lucia, prima stazione a lanciare pionieristicamente l’iniziativa nello giugno scorso, anche l’Hub romano destinato all’alta velocità ha deciso di dotarsi di uno spazio verde che consentisse a quanti vi transitano di potersi ritagliare un momento di sosta e di relax. Tutti coloro che infatti si ritroveranno ad uscire dalla metropolitana oppure dai binari della metropolitana e viceversa, si ritroveranno di fronte ad un immenso quadrato diviso da circa tre vialetti, il tutto provvisto di aiuole, piante e fiori, estremamente curati in ogni minimo dettaglio. Ideato e realizzato dall’agenzia Up! Strategy to action, il giardino segue l’ambizioso progetto di ispirarsi, in chiave moderna, al celeberrimo Giardino Botanico di Villa Adriana presso la vicina Tivoli ed al contempo ricordare gli Horti Sallustiani. Complessivamente, l’area ricoperta è di oltre 300 mq, interamente arricchiti da 35 varietà di specie botaniche, che contemplano oltre agli immancabili fiori, addirittura verdura, erbe aromatiche, in un mix di colori ed odori irripetibile completato da sedute realizzate in pallet riciclato, rimarcando una vocazione dello spazio volutamente ecosostenibile. In diversi momenti della giornata è anche possibile essere accolti da hostess e steward che invitano i passanti a registrarsi al sito della stazione  - www.stazioneromatiburtina.it – offrendo loro una busta di semi che essi potranno liberamente mettere a dimora in vasche appositamente predisposte. Un luogo concepito dunque per aggregare, divertire e rilassare, che ha già ottenuto la piena approvazione ed il plauso dei pendolari - cosi come dei residenti, attratti da questo nuovo spazio urbano – e che ha avuto anche il merito di riconfigurare e valorizzare un’area dello scalo tiburtino che pur essendo centralissima, fino al mese scorso risultava completamente sguarnita e priva di attrazioni significative.