Notizie

Un Natale "prolungato" per l'Abbazia di Montecassino

Continua, fino al termine del mese, l’esposizione del tradizionale presepe cui collabora l’Arma dei Carabinieri



Image titleNella celeberrima Abbazia Cassinese, splendida ricostruzione postbellica del millenario cenobio ridotto in macerie dall’aviazione alleata nel 1944, si può dire che le festività natalizie prolunghino di anno in anno il proprio decorso fino a tutto il primo mese dell’anno nuovo. Pur essendo ben oltre la data del sei gennaio, continua a prolungarsi, all’interno della Basilica Cattedrale, l’esposizione dell’artistico presepe che, alloggiato nella prima cappella di destra dedicata a San Gregorio Magno, presenta peculiarità artistiche tali da renderlo degno di una visita: il presepe cassinese è infatti costituito di statuine provenienti da due secolari e straordinarie tradizioni artistiche, quella napoletana e quella siciliana. La prima trova la sua naturale espressione delle meravigliose statuine settecentesche, rivestite di abiti serici e snodabili. La seconda invece è di impianto evidentemente più recente per il celebre cenobio benedettino, essendovi stata impiantata dalla locale Arma di Carabinieri, la quale ha fatto nascere la singolare usanza di offrire una nuova statuina ogni qualvolta si approssimino le festività natalizie. E così è stato anche per l’anno appena trascorso quando lo scorso 15 dicembre il rito si è ripetuto per le mani del Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Cassino, Capitano Silvio De Luca. Il presepe ha potuto così essere inaugurato il 21 dicembre seguente dal Padre Abate Donato Ogliari, mentre l’esposizione della nuova statuina si è avuta nel corso della Notte di Natale. Ulteriori contributi nell’allestimento sono stati forniti dai noti presepisti cassinati Marco Lena e Rosario di Fazio, i quali si sono concentrati specificatamente sulle abitazioni a sfondo della rappresentazione della Natività. Il presepe cassinese dunque rappresenta l’ultimo, autorevole tassello del variegatissimo mosaico raccontante il connubio Fede-Cultura, da sempre emblema della vita dello splendido Monumento benedettino. Il prezioso manufatto, arricchito anche quest’anno dall’Arma dei Carabinieri aspetta tutti i suoi visitatori ogni giorno, all’interno della Basilica Cattedrale dell’Abbazia di Montecassino fino all’inizio del mese di Febbraio.