Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Una Boreale con tante assenze pareggia contro il Ronciglione United

Un punto tutto sommato incoraggiante anche per la formazione di Oliva, dopo il pessimo avvio stagionale



BOREALE – RONCIGLIONE UNITED 0-0

BOREALE
Giorgi 6, Fia 6, Di Vincenzo 6, Gialli 6.5, Pagnottelli 7, Menna 7, Rizzo 6 (18' st Ottorri 6), Troccoli 6 (13' st Martino) 6, Alberghini 6.5, Di Gennaro 6.5, Ferranti 6.5 PANCHINA Barretta, Colacchi, Cancellieri, Sica, Thioune ALLENATORE Franceschini 

RONCIGLIONE UNITED Ricci 6.5, Brizi 6, Palombi 6.5, De Santis 6.5, Belfiore 6.5, Salvitti S.  6.5 (18' st Vittorini 6.5), Menichini 6 (38' pt Pacenza 6.5), Narcisi 6, Nobile 6 (8' st Salvitti M. 6), Cardenas 6, Santaquilani 6 PANCHINA Francavilla, Rucco, Meschini, Santecchi ALLENATORE Oliva 

ARBITRO Giordani di Aprilia, 6 

ASSISTENTI Angeleri di Aprilia e Petrini di Rieti 

NOTE Allontanato al 47' st Oliva (RO) Ammoniti Brizi, Rizzo, Narcisi Angoli 2-3 Rec. 2' pt – 4' st.

Pari per la BorealeBoreale per il diploma da grande. Ronciglione all'appello forse più importante di questo primo spicchio di stagione. C'è aria di esame al Trifoglio, dove le compagini di Franceschini e Oliva sono chiamate a scrivere un'altra pagina del loro campionato. Gli ospiti per voltarla, la pagina, e passare al prossimo capitolo; i romani per dare continuità, se pur in emergenza.

Primo tempo. Troccoli in cabina di regia, Alberghini a supporto di Di Gennaro con il baby Ferranti largo a sinistra. Queste le scelte obbligate di Franceschini per far fronte alle pesanti assenze di Gonnella, Groos e Leonardi. Oliva recupera in extremis Pacenza e Vittorini, che si accomodano inizialmente in panchina. Primi 45' con il freno a mano tirato. Ballano punti importanti e i ventidue in campo lo sanno. La Boreale esprime il solito gioco ordinato e non ha fretta di affondare. Gli ospiti entrano bene in partita e le accortezze tattiche di Oliva funzionano. Di Gennaro gioca spalle alla porta, ma senza Groos nei paraggi non è la stessa cosa. Ferranti ha tanta voglia di mettersi in mostra, Troccoli fa il suo in mediana, Gialli e Menna i soliti pitbull. Da registrare al 27' un tiro – cross di Nobile, che sorvola non di molto la traversa di Giorgi, e una velleitaria voleé di Di Gennaro dalla distanza. Ma la gara stenta a decollare e l'ingresso in campo di Pacenza al 38' è l'unico episodio degno di nota prima dell'intervallo. 

Secondo tempo. Ripresa che inizia nel segno di Pacenza. L'attaccante del Ronciglione scalda i motori dopo 5' in un corpo a corpo in area con Menna e al 10' svetta in mischia, ma non trova la porta. Al 18' si iscrive al match anche Vittorini, non una buona notizia per la retroguardia della Boreale. Il biglietto da visita del neo entrato è un destro dai 20 metri, che spaventa Giorgi. La manovra della Boreale continua a non incidere, merito di un Ronciglione che con gli ingressi di Pacenza e Vittorini prende coraggio ed alza il baricentro. Lo 0-0 però non si schioda, neanche dopo la discesa di Ferranti al 34' e la fiammata di Di Gennaro che al 40' esalta i riflessi di Ricci. Le due retroguardie continuano a giganteggiare fino alla fine e dopo 4' di recupero Boreale e Ronciglione si dividono la posta, con un pareggio che fa sorridere i viola, in formazione rimaneggiata, e non scontenta gli ospiti, sempre a caccia di punti e di un pizzico di fortuna in più.