Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Una Forte tutto cuore e sudore supera l’ostacolo I Centurioni

La formazione lepina torna alla vittoria con i centri di Forte e Tetti e conferma la prima posizione in classifica



FORTE COLLEFERRO - I CENTURIONI 2-0


MARCATORI Forte, Tetti

FORTE COLLEFERRO Tantari, Alteri, Fedele, Forte S., Ronzoni  , Mosti, Hamazawa, Navarra, Felici , Mastrella, Graziani, Tetti ALLENATORE Forte

I CENTURIONI Genga, Mansi, Greggi, Pagliaro, Albensi, Morelli, Fusari, Colasi ALLENATORE Condò


Le squadre a metà campo prima dell'inizio del match del PalaRomboliGara decisiva al Palaromboli per gli uomini di Paolo Forte che solocon una vittoria possono garantirsi il mantenimento della testa dellaclassifica, con le dirette inseguitrici che si sono fatte sotto dopo chesquadra colleferrina aveva ceduto sabato scorso i tre punti in casa del Subiaco.L’allenatore lepino punta sui giovani e schiera Stefano Felici, classe 1994 eil portiere Leonardo Mastrella in sostituzione di Alfredo Parenti infortunato.

Primo tempo. PartonoTantari in porta, Stefano Forte centrale, “Ciccio” Graziani e Hamazawa lateralie “Bomberino” Navarra pivot. Il clichet tattico è il solito che va di scena alPalaromboli. Grande circolazione di palla, ragnatela avvolgente e schemi damanuale che alternano le soluzioni da fuori al taglio dall’esterno in grado dimettere l’uomo solo davanti al portiere. E sembra che sia la tattica giusta perla forte, visto che dopo nemmeno sette minuti Giorgio Mosti si presenta solodavanti all’ottimo Fusari e spara a botta sicura, ma è il palo che nega algiovane attaccante la gioia del gol numero dodici in campionato. I centurionisi chiudono in difesa, attendono i padroni di casa nella propria metà campo epraticano una marcatura asfissiante, cercando di chiudere tutti gli spazi aibiancazzurri. Tantari è spettatore non pagante per tutto il primo tempo, ma laporta degli ospiti resta incredibilmente inviolata, nonostante le statistichedicono che la Forte sia andata al tiro ogni minuto e cinquanta secondi e ilportiere romano abbia compiuto almeno cinque interventi a dir poco decisivi. Primotempo che per la prima volta in stagione si conclude a reti bianche.


Secondo tempo. I Centurionimantengono la stessa disposizione tattica, con i tre dietro anche in fase dipossesso e palla lunga sul pivot. La Forte, catechizzata dal Mister nell’intervallo,continua a macinare gioco e a creare occasioni che, ormai, non si contanoneanche più. A turno sui piedi di Graziani, Navarra, Hamazawa, Forte & Cosi trova la palla del vantaggio ma l’imprecisione, la bravura del portiereavversario e un pizzico di sfortuna impediscono che si concretizzi l’occasioneda rete.Ma al 7’ finalmente la Forte passa. E’ Lorenzo Tetti che si fa trovarepuntuale  all’appuntamento con il gol suun taglio perfetto sul secondo palo e corre ad esultare tra le braccia deicompagni. I Centurioni sono ancora storditi e Stefano Forte raddoppia. E’ laperla della giornata. Il bomber lepino prende palla sull’ennesimo fraseggio e,da fuori area, fa partire un siluro imparabile che si insacca all’angolino altoalla sinistra dell’incolpevole portiere romano. Sul due a zero la Fortecontrolla, mantenendo il possesso palla e cercando la terza rete delladefinitiva sicurezza, ma gli ospiti continuano a difendere ordinatamente e purnon impensierendo mai Jacopo Tantari, riescono ad evitare un passivo superiore.La partita si conclude quindi sul finale di 2 a 0 per la Forte, conStefano Forte che raggiunge i 37 gol in campionato e ha a disposizione ancoracinque giornate per colmare il gap di sei reti che lo vede alle spalle diAntonio Sancamillo del San Vito e al quarto posto assoluto nella classificacannonieri dei sette gironi della Serie D romana. 

Il commento. Garasicuramente anomala quella di oggi al Palaromboli. La squadra di Forte ancheall’andata aveva sofferto la difesa ad oltranza degli avversari e il tecnicolepino aveva pubblicamente apprezzato la fase difensiva dei ragazzi di MisterCondò. Ma di fronte alla mole di gioco dei colleferrini e ai grappoli dioccasioni da rete create da Stefano Forte e compagni, pochissime squadre in circolazionepossono sperare di uscire dal Palazzetto con la porta inviolata.Continua quindi la marcia in testa alla classifica della ForteColleferro che, grazie anche ai risultati odierni, guadagna altri punti divantaggio sulle inseguitrici più pericolose e si prepara con la giusta serenitàe la giusta concentrazione alla non proibitiva trasferta di Vicovaro, subitodopo la sosta pasquale.Forte sposa la “linea verde” e manda in campo StefanoFelici, classe 1994, ventuno anni da compiere a Settembre e già in grado, perfisico e personalità, a dare una mano importante da qui al termine dellastagione. Una filosofia, quella del tecnico lepino, che punta a valorizzare ilpresente, ma con un occhio attento agli sviluppi futuri che puntano aconfermare un progetto a medio e lungo termine che vede assoluti protagonisti igiovani talenti del territorio. Buona Fortuna!