Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Una storica Futsal Isola è regina d'inverno

La formazione di Angelini batte di misura il Bisceglie e conquista il titolo di metà stagione



La Futsal Isola è regina d'invernoLa Futsal Isola ribalta il Bisceglie e si porta a Fiumicino il titolo di Campione d'Inverno. Al PalaDolmen è un miscuglio di emozioni con i 50 tifosi Oranje che cantano 80 minuti di seguito e alla fine trascinano la Banda Angelini. Cinque-sei alla sirena con il piedone pesantissimo di Basile che purga i pugliesi e regala tre punti d'oro zecchino all'Isola. Marcelinho fa tripletta. Papu è di doppietta. Spettacolo vero. 


La partita. Prima contro prima. Al PalaDolmen ci si gioca tanto. I padroni di casa entrano meglio e dopo 80 secondi fanno venire un mammatrone a Basile: Pedone la mette al centro per Sanchez che spreca. L'Isola si vede dopo due minuti e mezzo. Zoppo, indemoniato, regala una palla con il contagiri a Mentasti che sfiora il palo. Basile ci mette sempre una pezza dietro. Marcelinho prova il sinistro ma accarezza il palo. Il vantaggio arriva all'undicesimo e spiccioli. Rubei per Lutta, cioccolatino per Marcelinho che purga Lopopolo. Zero-uno. Il vantaggio dura 40 secondi: Ortiz sguscia sulla sinistra e la mette per Viera che fa uno a uno. Si gioca senza paura. Il bonus falli a metà tempo è cinque pari. Papù in ripartenza viene steso. Niente libero però, solo punizione di seconda (assurdo). Un minuto dopo altro pasticcio: Papu viene atterrato ancora ma l'arbitro inverte e dà libero al Bisceglie. È un rigore poco spostato sulla destra. Kevin non sbaglia. Due a uno Bisceglie e tutti negli spogliatoi.


Secondo tempo. L'Isola entra a manetta e pareggia subito. Punizione dal limite, sinistro chirurgico di Marcelinho che beffa Lopopolo: due-due. Quindici secondi e Zoppo va vicino al tris, lascia Ortiz impalato e spara un missile che il portierone si casa smanaccia fuori. Il Bisceglie torna su poco dopo. Batti e ribatti in area. La palla rimane lì: Mazariol se la trova sui piedi e la mette dentro da due metri. Tre-due. La partita s'accende. Marcelinho si carica sulle spalle gli Oranje e al quinto impatta ancora con un gol pazzesco. Palla rubata sulla destra, strappo impressionante e sinistro liftato che finisce sotto il sette opposto. Tre-tre. Pedone salva con la capoccia un pallonetto di Lutta. Poi il Bisceglie passa. Sanchez in pressing dentro l’area Oranje spinge Marcelinho che cade addosso a Basile, il rimpallo premia il giocatore di casa che segna ed esulta in faccia ai due. Un harakiri. Marcelinho è di un'altra categoria: strappo (l’ennesimo) stavolta sulla sinistra, assist d’oro a Papù che il brasiliano mette dentro. Quattro-quattro. È il minuto 11,50. Venti secondi e l'ex Rieti si ripete: palla a lui, scavino impressionate e Lopopolo è beffato. Cinque-quattro Isola. Il Bisceglie si mette con il portiere di movimento. Basile lo purga subito con il secondo gol stagionale. Poi è tanta sofferenza. Con i padroni di casa che spingono, Marcelinho, Mentasti ed Emer che vanno vicini ai titoli di coda e Sednay che segna e regala quattro minuti di speranza al Bisceglie. Non succede più nulla. Vince la Futsal Isola che stacca i pugliesi e si prende il titolo di campione d'inverno. Anche questa è storia.