Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Una Vigor Perconti matura e intelligente supera la Vis Pesaro: Chianciano è più vicina

Apre le marcature Renzi dopo un quarto d'ora, poi Mancini raddoppia al 31' e chiude la gara



Caranzetti, tecnico della PercontiMARCATORI 15' pt Renzi, 31' pt Mancini 

VIGOR PERCONTI Cellitti 6, Sparaciari 7 (35' st Topa Esposito sv), Crapolicchio 6, Remia 6.5, Checola 6, Valentini 6.5, Marra 6, Bellardini 7, Bamba 6 (20'st Stante 6.5), Renzi 7 (32' st Ciorba sv), Mancini  7 (31'st Acanfora sv) PANCHINA Galantini, Pastorelli, Ceci ALLENATORE Caranzetti 

VIS PESARO Vitali 5 (16'st Pagniello 6), Freducci 6 (12' st Righi 6), Salvatori 5, Mazzoli 6, Scoccimaro 5.5, Barbarossa 6 (36' st Vitali sv), Oliva 5 (1' st Bartomioli 6), Ricciotti 5.5, Marchetti 5, Rivi 6, Beninati 5.5 PANCHINA Del Bene, Esposito, D'Anzi ALLENATORE Ferri 

ARBITRO Cenami di Rieti, 7 

NOTE Ammoniti Salvatori Angoli 1-6 Fuorigioco 1-0 Rec. 1' pt 6' st 

Dopo aver conquistato il Lazio la Vigor Perconti punta dritto alle finali di Chianciano. E lo fa nel migliore dei modi, vincendo il primo dei due impegni previsti dai triangolari della fase nazionale, contro una Vis Pesaro che è squadra davvero valida. Un successo tondo, giunto al termine di una prestazione matura e intelligente. Perchè i marchigiani nei primi minuti sono propositivi, cercano la trama e la trovano pur non riuscendo a sfondare in area di rigore. Barbarossa argina bene Bamba & Co., Mazzoli imposta, Rivi tra le linee dà fastidio. Così la prima occasione è una punizione da buona posizione dopo una manciata di minuti, in favore dei biancorossi. Beninati calcia a giro sulla barriera, la sfera scende minacciosamente, ma Celli controlla la traiettoria e blocca a terra. I capitolini di Caranzetti prendono presto le misure però, con il passare dei minuti capiscono di avere più gamba e cominciano ad alzare il ritmo. La tenuta della Vis Pesaro vacilla, e al quarto d'ora arriva il vantaggio dei blaugrana: azione insistita sulla sinistra di Remia che serve Mancini, il numero undici vince il contrasto con Freducci e guadagna il fondo prima di scaricare a centroarea per Renzi che deve solo depositare in rete. Solo Perconti Gli ospiti non sembrano accusare il colpo sul momento, ma la reazione che ti aspetti non arriva. La Vigor amministra il match senza patemi e si proietta in avanti a una velocità quasi ignota agli avversari. Proprio su una delle tante verticalizzazioni arriva il raddoppio dei padroni di casa, è il 31'. Sparaciari cerca la profondità degli attaccanti, la retroguardia biancorossa si preoccupa solo di Bamba scordandosi di Mancini che sfila alle spalle di tutti, si inserisce sulla traiettoria e incrocia con il destro, Vitali S. è tutt'altro che perfetto nell'intervento e si lascia passare il rasoterra sotto il corpo. Si va al riposo con il doppio vantaggio blaugrana. Nella ripresa ci si rende immediatamente conto che stavolta sì, la Vis Pesaro è rimasta stordita dalla rete di Mancini. Al 3' palla recuperata sulla trequarti da uno splendido Bellardini che serve subito Bamba, l'attaccante di testa assiste l'inserimento di Renzi che allunga il passo e se ne va, una volta in area però spreca tentando un pallonetto che si spegne sopra la traversa. L'undici di Caranzetti è assolutamente padrone del campo, concedendo poco e nulla ai pesaresi, incapaci di rendersi pericolosi anche sui calci piazzati. La vittoria blaugrana non viene mai messa in discussione anzi, al 33' Stante, partito dalla panchina ma entrato molto bene nel match, potrebbe firmare il tris: il numero quattordici se ne va palla al piede verso la porta ospite prima di tentare la conclusione dal limite, che però termina alta. Nel 6' di recupero l'ultimo sussulto per la Vis Pesaro, che si riversa in avanti alla ricerca del gol, utile almeno alla causa della differenza reti. Prima la punizione di Rivi deviata dalla barriera che rischia di beffare Celli. Sul successivo corner lo stesso numero uno romano sventa il tiro-cross di Beninati smanacciando sopra la traversa. Arriva il triplice fischio di Cenami di Rieti, la Perconti porta a casa i primi tre punti, ora attende la sfida al Sansepolcro, ultimo ostacolo prima di poter staccare il pass per Chianciano.