Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

United Aprilia, Trobiani lancia la sfida: "Obiettivo? Fare molto bene"

Il capitano non nasconde le ambizione della formazione pontina: "Dobbiamo dimostrare di essere all'altezza"



Cristian Trobiani (Foto © Bocale)Poco più di una settimana al via, poi si tornerà finalmente a giocare per i tre punti. I campionati di calcio a 5 promettono, mai come quest’anno, tanto spettacolo e curiosità. Una C1 rinnovata con la regola del doppio girone, e una C2 davvero incerta con gironi equilibrati e di difficile lettura. Nel secondo campionato regionale, grande interesse sta destando la United Aprilia, formazione che sta portando avanti un campionato importante al cospetto di squadre di categoria superiore quali Mirafin e Ardenza, mostrando carattere e organizzazione. E' il capitano pontino Cristian Trobiani a presentare la stagione della sua formazione.


Cristian, vivrete un campionato da matricola. Con quale stato d'animo arriverete al 26? 

“Abbiamo la consapevolezza di essere una neopromossa e quindi il nostro sarà un campionato ricco di incognite, nel bene e nel male. Abbiamo un po' di pressione, ma dovremo dimostrare, soprattutto a noi stessi, di essere all'altezza”.


Cosa pensi del vostro girone e del vostro calendario? 

“Sui calendari si può discutere all'infinito. C'è stato un cambio drastico rispetto alla geografia con cui sono stati redatti i gironi, ma parlarne serve a poco. Penso che il nostro sia davvero il più duro ed equilibrato. Ci sono molte squadre che possono ambire alla promozione, anche se preferisco non fare nomi, ma sono almeno 7 o 8”.

A partire dalla Forte Colleferro, che sarà la vostra prima avversaria. 

“Il calendario lo si prende così come viene e si ragiona di partita in partita. Affrontare alla prima partita la Forte Colleferro pensa sia un vero lusso per noi, nel senso che ci confronteremo subito con la più forte del girone, stando a quello che dicono gli addetti ai lavori, e prendere i tre punti sarebbe un forte segnale. Un modo per alzare la voce”.


Avete portato avanti un bel mercato. Farete altri movimenti? 

“Il mercato è chiuso. Io, assieme al ds Magrin, abbiamo lavorato con impegno a partire dalla celta di mister De Angelis, che è un vero lusso per questa categoria. Infine gli arrivi di Musilli, De Marco, Bernoni, Minchella, Pacchiarotti e del portiere Cirilli hanno completato al meglio ogni reparto”.


Quale sarà il vostro obiettivo?

“Vogliamo semplicemente fare bene. Molto bene”.


In amichevole avete battuto l'Ardenza e giocato alla pari con la Mirafin. Qual è il bilancio della preparazione e delle gare estive?

“Le amichevoli sono andate bene: Ardenza, Mirafin, Vigor Cisterna e Città di Anzio ci hanno dato sensazioni positive come approccio, gioco e, soprattutto, per la difesa. La difesa era il nostro punto debole, ma grazie a mister De Angelis abbiamo trasformato completamente il nostro modo di giocare. I frutti di due anni di lavoro”. 


Una speranza per la stagione alle porte?

“Auguro a tutto il mondo United Aprilia di poter essere sempre protagonista dentro e fuori dal campo. Mando un in bocca al lupo a tutti, soprattutto ai nostri avversari”. Il capitano pontino lancia il guanto di sfida