Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

United Latina Futsal: confermati tre pilastri

Faggioni, Mameli, Bertacchini: “Colpiti dalla voglia di vincere della nuova società”



FaggioniEntrati in pieno nella fase calda del calciomercato, lo United Futsal Latina sta cercando di puntellare la rosa per migliorare e ringiovanire l'organico. Il solido gruppo dello scorso anno è confermato in todo, e dopo le partenze di Stasino e Mozzato e gli arrivi di Trombin e Sperotto la squadra sta prendendo forma. Mancano all'appello 2\3 pedine per considerare chiuso il mercato nero azzurro.

Non è stato facile per la società, riuscire a trattenere quelli che sono stati i pilastri di questa squadra lo scorso anno, e che durante la pausa estiva sono stati oggetto di corteggiamento da parte di società di categoria superiore. E' il caso di Faggioni, Mameli e Bertacchini, con il quale abbiamo avuto il piacere di scambiare due battute durante un incontro la scorsa settimana tra la società, lo staff e i calciatori.

Mameli e Faggioni rispondono alle prime domande: 


Ragazzi abbiamo visto che nonostante siete gli ultimi arrivati in questo gruppo, siete diventati delle pedine fondamentali per il coach Notarsanti, come vi siete trovati quest'anno?

Faggioni: “Mi sono trovato subito benissimo, mi hanno colpito il gruppo compatto e le idee chiare della società su quali dovevano essere gli obiettivi del campionato, organizzata e presente. E' stato un anno tosto, ma molto interessante sotto il profilo calcistico, abbiamo avuto un cambio di allenatore, ma la squadra ha continuato a lavorare sodo per completare il percorso iniziato a settembre per il raggiungimento dei play off”.

Mameli: “Sono arrivato a dicembre dopo 5 anni trascorsi nel Real Podgora e aver vinto un campionato sempre da capitano. Sono stati 5 anni indimenticabili specialmente quello della vittoria dove è stata un'annata perfetta. Nei sei mesi di Real Latina sono stato benissimo, accolto alla grande da compagni e coach, e la loro fiducia l'ho ricambiata con il massimo impegno e serietà”.


Nonostante le numerose richieste, anche da società di categorie superiore, e una società nuova che ha dovuto preoccuparsi prima di formarsi e poi di costruire la squadra, cosa vi ha spinto a sposare questo nuovo progetto?

Faggioni: “Sì, ci sono state diverse offerte, alcune anche di categoria superiore, però ho finito il campionato con l'idea e la voglia di vincere con questa maglia, il merito va prima di tutto ai miei compagni che sono stati fantastici, la società, ma sopratutto alla stima che nutro nel coach Simone Notarsanti, un allenatore veramente preparato sotto tutti i punti di vista, un vero e proprio lusso per questa categoria. Sono uno che non si tira mai indietro,che si tratti di una partita di calcio, una navetta o una partitella di fine allenamento, quindi il mio obiettivo per l'anno prossimo è di vincere con questa maglia, per il mister i compagni e questa splendida società”.

Mameli: “Ho deciso di rimanere nonostante alcune richieste perchè credo fermamente nel progetto del presidente Luca Rotondo e degli altri membri dello staff. Si stanno muovendo bene sul mercato e dopo alcuni incontri fatti con la nuova squadra mi sembra di respirare la stessa aria dell'anno della vittoria del campionato con il Podgora. Ci sono tutti i presupposti per fare una stagione da vertice”.


Carlo Bertacchini è uno degli elementi storici di questo gruppo, quali sono le sensazioni che senti alla vigilia di questo nuovo campionato e sopratutto come vedi questa nuova società?

Bertacchini: “Sono stato colpito dalla voglia di ripartire dello staff con una nuova avventura e una nuova sfida da accettare. Gradualmente in questi anni siamo andati a migliorare sotto il punto di vista organizzativo e tecnico, e i risultati sono stati crescenti e sono sotto gli occhi di tutti. Quest'anno nonostante ho avuto una importante offerta che mi permetteva di fare un bel balzo di categoria, ho deciso di rimanere per dare il mio contributo a questa squadra e a questa società che sta lavorando sodo per presentarsi alla vigilia di questo campionato con una rosa di livello e uno staff completo, mi ha sorpreso in positivo poi l'attaccamento alla maglia dei calciatori che si sono aggregati in un secondo momento e che hanno deciso di restare nonostante le molte offerte, segno che il gruppo c'è e che con la giusta voglia e un pizzico di fortuna possiamo arrivare lontano”.