Notizie

Urbetevere da finali; il Carso aggancia la Tor Tre Teste

Un ottima giornata per i ragazzi di Barba e Del Prete; il Cinecittà Bettini batte l’Atletico 2000 e vola



Slancio importante del Bettini (Foto©Lori)

Abbiamo voltato la clessidra, è iniziata ufficialmente la seconda ed ultima volata verso la fine del campionato, il primo per importanza, stress agonistico e duri confronti a riguardare i ragazzi classe 2002. Tra rivincite strappate e tabù confermati, osserviamo a mente fredda i verdetti di questa prima giornata di ritorno.



L’Urbetevere non si ferma Paragonando il girone d’andata dei gialloblu a un luminoso abito bianco, solo una macchia minava l’insieme: quel 3-0 inflitto dalla Lazio, un vero pungo nell’occhio. Nella prima giornata di ritorno è arrivato il riscatto che pulisce tutto per Barba e i suoi, una vittoria strappata di misura, grazie a un calcio di rigore, ma pur sempre un esito di grande spessore, ottenuto resistendo agli assalti di un’ottima squadra come quella biancoceleste. Secondo posto in solitaria dunque per l’Urbetevere, alle spalle di una Lodigiani sopra ancora di un sol punto in virtù del abbondante 9-0 imposto all’Anzio. La Lazio resta ferma, dunque, a 32, subendo così l’aggancio di un Frosinone tornato alla vittoria con l’Aprilia (3-0). Chi non riesce invece a vendicare l’epilogo del primo incontro è la Vigor Perconti che, tuttavia, se ne torna a casa forte di un punto prezioso strappato dalle mani Vittoria fondamentale per l'Urbetevere (Foto©DelGobbo)della Tor Tre Teste al Candiani. L’undici di Bramante non può gioire appieno per il risultato, che lo sottopone a un concreto rischio, rappresentato dal vessillo della Polisportiva Carso. Il gruppo di Del Prete, infatti, soffre ma infine vince con il Città di Ciampino, agganciando così proprio la Tor Tre Teste a 29 punti. A proposito di agganci: il Cinecittà Bettini replica tale e quale la vittoria dell’andata con l’Atletico 2000, raggiungendo così il Città di Ciampinoa quota 13. Concludiamo con il fondamentale ritorno alla vittoria dell’Albalonga, conquistata in trasferta per 1-2 con il Futbolclub. Viene posta così da Fuggitti un’altra pietra miliare per l’obiettivo salvezza.