Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Urbetevere in finale per il secondo anno consecutivo: Ostia Mare stesa da Santarelli

Seconda semifinale equilibrata alla Lorex Cup. La formazione di Lillo la spunta con gol nella ripresa firmato dal centrocampista dopo quaranta minuti equilibratissimi



URBETEVERE - OSTIA MARE        0-1

MARCATORE Santarelli 12' st 

URBETEVERE Carolis, Monaldi, Chirilenco, Capparella, Paola, Mengoni, Mezzetti, (12' st Tumminiello) Santarelli, (17' st Limeli) Cipriani (2' st Parventi), Bartolotta (3' st Meloni), Zappalà (12' st Gavrila) PANCHINA Colagrossi, Ferretti ALLENATORE Lillo 

OSTIA MARE Lorenzo, Giachè, Salviani, Sanges (17' st Stanghetti), Maurizi (12' st Verdirosi), Centi, Khalidi, Gaggini, Palotti, Pascarella, Pacchiarotti (5' st Gazzellone) PANCHINA Pesenti, Guidi, Rizzitelli, Pellegrini ALLENATORE Cabriolu 

NOTE Ammoniti Khalidi Angoli 4-5 Fuorigioco 0-0 Rec. 1' pt, 3' st

Sarà l'Urbetevere, in finale per il secondo anno consecutivo, a sfidare la Lodigiani nella finalissima della Lorex Cup 2014. Un successo di misura, deciso da un episodio nella ripresa. E non poteva essere altrimenti considerato l'equilibrio visto in campo.

Il matchwinner Santarelli in azione contro l'Ostia Mare © photosportroma.itE' biancoviola il primo squillo del match dopo appena un minuto. Bel movimento di Pascarella dalla sinistra verso il centro per raccogliere la verticalizzazione del centrocampo, destro dal limite che termina sopra la traversa non di molto. E' l'unica occasione di una prima parte equilibrata, con i due schieramenti che sembrano equilvalersi e con il gioco che ristagna prevalentemente sulla mediana. Al 13' è ancora l'Ostia Mare ad avere un'ottima chance. Palotti punta l'area avversaria e serve sulla destra Pacchiarotti, tutto solo. Il controllo dell'esterno non è il massimo e favorisce la tempestiva uscita bassa di Carolis. E' la prima vera palla gol della partita. Nel finale è l'Urbetevere a farsi vedere con una punizione di Capparella, deviata in corner da Lorenzo, e un colpo di testa di Mengoni, alto di poco.

Nella ripresa l'equilibrio resta e le due formazioni riescono a creare qualche grattacapo alle difese avversarie solamente con i calci piazzati, senza tuttavia trovare la via della conclusione in porta. Così sia Lillo che Cabriolu cercano di pescare la carta vincente dalle panchine. Poi, all'improvviso, l'episodio che spezza l'equilibrio. Santarelli sfonda centralmente e lascia partire un destro sul quale Lorenzo sembra pronto, ma il portierino sbaglia la presa con la sfera che si spegne lentamente in fondo al sacco, consentendo all'Urbe di passare in vantaggio. L'Ostia Mare tenta la reazione, ma senza riuscire a creare particolari preoccupazioni a Carolis, bravo a sbrogliare un paio di situazioni delicate in uscita. E' invece l'Urbetevere, in contropiede, a sfiorare il raddoppio con Gavrila che da due passi non riesce ad inquadrare lo specchio. E' l'ultima emozione di un match che vede premiata la squadra di Lillo, che contro la Lodigiani proverà a bissare il successo dello scorso anno.