Notizie

Urbetevere, la vendetta è servita: Aureli stoppa la Vigor

Ripa e i suoi si rifanno del ko subito al Lodovichetti. Per l'undici di Caranzetti arriva la prima sconfitta stagionale



7a Giornata
1 - 0

MARCATORE 15'st Aureli
URBETEVERE Bianco, Viti, Calisto, Aureli (41'st Paris), Ganba, De Angelis, Odorisio, Putrino, Saltalamacchia (35'st Simoes), Vittorini (39'st Cappai), Troiani PANCHINA Mercadante, Frangella, Lamanna, Marchionne ALLENATORE Ripa
VIGOR PERCONTI Fabiani, D'Aprile, Crapolicchio, Marra (17'st Clarioni), Passeri, Valentini, Brunetti, De Palo (13'st Bellardini), Bamba, Ciorba (30'st Mastrantonio), Renzi PANCHINA Rizzi, Checola, Pompei, Passini ALLENATORE Caranzetti
ARBITRO My di Aprilia
NOTE Ammoniti Calisto, Aureli, Ganba, Ciorba, Renzi, Bellardini Ang. 3-5 Rec. 0'pt - 5'st

Grande vittoria per l'Urbetevere di RipaLa vendetta è un piatto che va gustato freddo. Ripa e i suoi, in effetti, ci hanno messo un po'. Ne è passato di tempo dal Lodovichetti ma alla fine l'Urbetevere si è presa la sua rivincita. Un successo, quello dei gialloblu, che ferma una Vigor Perconti che era già pronta a gustarsi il suo cinquantesimo risultato utile. Un traguardo sfumato sul più bello, a causa di un gol, guarda te la sorte, arrivato sugli sviluppi di una palla inattiva così come fu in quel di Ostia.

Ruggine. Diciamola tutta, questi due gruppi non si amano e non fanno nulla per nasconderlo. Anche stavolta infatti ci sono stati dei momenti decisamente caldi, in campo e, purtroppo, anche sugli spalti. Per carità, nessuna rissa da bar sia chiaro, ma di certo i complimenti non sono mancati. Ciò nonostante la partita non ha assolutamente deluso le attese. Giocato su ritmi elevati, agonisticamente intenso e, come ogni big match che si rispetti, deciso da un episodio.

Novità e vecchi ricordi. Caranzetti deve fare i conti con un centrocampo decisamente rinnovato. Le assenze di Remia, squalificato, e l'impegno necessariamente part-time di Bellardini, chiamato a rispondere alla convocazione con i '98, costringono il tecnico a rivedere la sua mediana con gli inserimenti di Marra e De Palo. I due non hanno fatto male ma la fisicità del capitano blaugrana e le geometrie dell'ormai storico numero otto sono due elementi la cui assenza si è decisamente fatta sentire nell'economia del gioco della Vigor Perconti. Di contro, Ripa ha dimostrato di saper guardare con intelligenza al passato. L'allenatore ha fatto tesoro del Lodovichetti schierando una formazione ora capace di gestire i lunghi lanci degli avversari per poi ripartire con estrema rapidità, che poi era ciò che era veramente mancato durante la finale del torneo di Ostia.

Calci piazzati. Sono spesso l'ago della bilancia. L'arma risolutiva quando, in campo, a regnare è l'equilibrio. Da questo punto di vista, la sfida di via della Pisana non ha certo fatto eccezione. Basti pensare che, in tutto il primo tempo, gli unici due sussulti arrivano proprio da palla inattiva. Il primo, dopo nemmeno due minuti, è di marca blaugrana. Renzi, con una delle sue solite accelerazioni, si guadagna una buona punizione dal limite. Sul pallone andrà Brunetti che scavalca la barriera ma non Bianco che riesce a toccare quel tanto che basta per mandare la sfera sul palo, con Viti che poi perfeziona il disimpegno. Il secondo arriva dopo una ventina di minuti e sempre da una punizione, ma stavolta a favore dei padroni di casa. Odorisio, dalla trequarti destra, calcia lungo sul secondo palo. La traiettoria supera Fabiani ma sul palo lontano Aureli non ci arriva d'un soffio. La ripresa, dopo appena un quarto d'ora, sarà poi segnata in maniera indelebile proprio da un calcio piazzato. Sugli sviluppi di una punizione calciata nel cuore dell'area della Vigor Perconti, la difesa ospite non libera e, dopo che Putrino non riesce a ribadire in rete una prima volta, ci penserà Aureli ad insaccare da pochi passi la palla che vale l'1-0.

Fabiani e Bianco congelano il risultato. La parte centrale della ripresa, sarà quella più vivace. La Vigor spinge alla ricerca del pareggio mentre l'Urbetevere prova a pungere di rimessa. Al diciannovesimo i gialloblu sfiorano poi il colpo del ko. Su un pallone lungo, Crapolicchio esita ocn Odorisio che intercetta la sfera per poi liberare un potente diagonale su cui Fabiani si distende alla grande. Un paio di minuti dopo arriva la risposta blaugrana. Yaya Bamba, su una rimessa laterale, è bravo a far perno sul difensore per entrare in area. Il numero nove ospite scarica un bel destro che Bianco è bravo a disinnescare. L'ultima grande occasione per agguantare il pari la Vigor Perconti ce l'avrà alla mezzora. Questa volta è Brunetti a provarci con un bolide dal limite ma il numero uno gialloblu blocca in due tempi con il risultato che rimane così bloccato sull'1-0 in favore dell'Urbetevere che, dopo i cinque minuti di recupero, può finalmente esplodere tutta la sua gioia.