Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Urbetevere, poker contro il San Donato Pontino: finisce 4-2

Tre calci di rigore, due per i padroni di casa e uno per gli ospiti, e tanto divertimento. La formazione di Barba riscatta il ko di una settimana fa contro la formazione di Marrone, composta quasi esclusivamente da classe '99



URBETEVERE – SAN DONATO PONTINO             4-2 

MARCATORI Tintari 6' pt (S), Orlanno 15' pt (U), Rondoni 26' pt rig., 12' st rig. (U), Parisella 32' st rig. (S), Franco 33' st (U)

URBETEVERE Piccheri 6, Corsini 5.5 (1'st Pinna 6.5), Valeri 7, De Santis 6, Buffa 6 (6' st Angelelli 6),Tammaro 7, Coccia 6 (23' st Gioacchini), Rondoni 7.5 (27' st Salvi), Orlanno 7 (13' st Franco), Silva Mendes 6.5 (31' st Tortora), Anastasio 6.5 PANCHINA Grifoni ALLENATORE Barba 

SAN DONATO PONTINO Saglietti 5.5, Forzan 6, Forgione 5.5 (8' st Sant'Angelo 6), Lucchetta 6.5 (26' st Vittiglio), Di Franco 5.5 (17' st Marangon 5.5), Di Maggio 6.5, Casteltrione 6, Monetti 5.5, Tintari 6.5, Parisella 7, Agostini 6 (24' st Imperi) PANCHINA Cima, Riccardi, Marchionne ALLENATORE Marrone 

ARBITRO Sigismondi di Civitavecchia 5

NOTE Ammoniti Corsini, Piccheri Angoli 8-2 Fuorigioco 1-2 Rec. 1' st, 3' st

Gara divertente in via della Pisana,dove l'Urbetevere riscatta il ko della scorsa settimana ritrovando il sorriso contro il San Donato Pontino. Successo meritato, ma i granata si meritano una menzione speciale, riuscendo ad offrire una buona resistenza nonostante una rosa ampiamente sotto età, con ben otto elementi classe '99 in campo dal primo minuto di gioco.

Gli ospiti partono bene e nelle prime fasi si affacciano dalle parti di Piccheri con un paio di iniziative insidiose. Una partenza che sorprende i padroni di casa che al 6' capitolano. Parisella sfonda centralmente e trova il corridoio giusto per servire Tintari. L'attaccante resta freddo e batte Piccheri con precisione. I padroni di casa tentano di reagire immediatamente. Valeri impegna Saglietti con un velenoso tiro cross, mentre Silva Mendes ci prova con una punizione da posizione defilata, ma la mira non è quella giusta e la sfera sorvola la traversa. Al 12' Urbetevere ad un passo dal pareggio: angolo dalla sinistra, torre di Buffa e Tammaro, a porta praticamente sguarnita, non trova l'impatto giusto permettendo a Saglietti di recuperare la posizione e respingere il pallone tra le proteste dei locali che chiedono il gol: dalla tribuna la sfera sembra in effetti aver oltrepassato la linea di porta. Il pareggio arriva comunque pochi istanti dopo. Anastasio gestisce bene al limite e scarica il destro, Saglietti respinge in qualche modo ma non può nulla sul tap in di Orlanno, che sigla l'1-1 da due passi. I giovani di Ameli restano in partita, Monetti ci prova da fuori ma senza inquadrare lo specchio, stesso destino per il sinistro sull'altro versante di Coccia dopo lo scambio con Anastasio.L'Urbetevere protesta ancora al 24', quando il direttore di gara annulla ingiustamente un gol di Rondoni, ma il numero otto si rifa dopo appena un minuto guadagnandosi e trasformando un calcio di rigore solare e firmando così il sorpasso gialloblu. Il ritmo cala, l'Urbe chiede un altro penalty nel finale di frazione, ma il risultato non cambia fino all'intervallo.

Ad inizio ripresa il primo squillo è di marca locale con Orlanno che ci prova da fuori, senza fortuna. E'il San Donato, però, ad andare vicino al pari al 5'. Punizione dal limite concessa per un'ingenuità di Piccheri, di seconda calcia Casteltrione ma il portierino locale si riscatta evitando il 2-2 coadiuvato dal palo. Il match è divertente, qualche istante dopo siamo già dall'altra parte con Orlanno che spreca sparando da ottima posizione su Saglietti. Il terzo gol della formazione di Barba è comunque solo rimandato e arriva al 12'. Orlanno viene steso da Saglietti in area e l'arbitro non può fare altro che accordare il secondo penalty di giornata. Dagli undici metri è di nuovo Rondoni a trasformare, cambiando angolo. Un colpo duro per la squadra di Marrone, che stavolta non riesce a reagire. L'Urbe gestisce con tranquillità le operazioni, Rondoni ci prova da fuori ma Saglietti respinge con i pugni, mentre Silva Mendes arriva con un attimo di ritardo all'appuntamento con l'assist di Pinna. A riaprire il match ci pensa il direttore di gara, che assegna un rigore dubbio al SanDonato Pontino al 32' per una spinta veniale. Parisella trasforma, ma non c'è neanche il tempo per l'esultare che Franco risolve una mischia in area granata firmando il 4-2, ristabilendo i due gol di distanza e chiudendo definitivamente un match piacevole che consegna a Barba il terzo successo stagionale.