Notizie

Urbetevere-Vigor Perconti: la parola a Ripa e Caranzetti dopo il big match

Ripa ironizza: "Peccato aver interrotto noi i loro festeggiamenti". Caranzetti si carica: "Per noi sarà l'inizio di un nuovo ciclo di vittorie"



7a Giornata
1 - 0

La sfida tra Urbetevere e Vigor Perconti ha infiammato l'ultimo fine settimana calcistico. Un match carico di adrenalina e in cui l'undici di Ripa ha saputo interrompere la striscia di risultati utili blaugrana, proprio ad un passo dal numero cinquanta. Una rivincita quella gialloblu a lungo inseguito dopo che al torneo Lodovichetti furono costretti a cedere il passo proprio ai ragazzi di Caranzetti.

Luca Ripa, successo importante per la sua UrbetevereGuastafeste. Decisamente soddisfatto Luca Ripa che così commenta la vittoria dei suoi: “Dispiace essere stati proprio noi ad interrompere la loro festa”. Ironia che aggiunge un pizzico di pepe al dopo gara di una partita a dir poco tirata. L'Urbetevere ha saputo contenere nel migliore dei modi gli avversari per poi ripartire con estrema efficacia. Proprio qui il segreto del successo secondo il tecnico gialloblu: “Abbiamo preparato la gara proprio per riuscire ad assorbire al meglio i loro frequenti lanci lunghi, per poi ripartire rapidamente”. Cosa questa che non era riuscita in passato anche se, a sentire Ripa, non è l'unica cosa ad essere cambiata: “Come in tutte le cose, anche nel calcio quando si lavora si raggiungono determinati risultati. I miei ragazzi hanno dimostrato di aver preso coscienza dei propri mezzi cosa che prima a livello mentale un po' ci mancava. Oggi abbiamo dato una buona prova di personalità ma il campionato è ancora lungo, dobbiamo andare avanti con umiltà pronti ad affrontare nuovi avversari”.

Primo ko dopo 49 match per la Vigor Perconti di Tommaso CaranzettiNuova sfida. Più che la sconfitta in sé, che dopo quarantanove partite ci può stare per carità, ad incuriosire sarà il modo in cui Tommaso Caranzetti saprà gestire il momento. Digerire un ko è una prova che questa squadra non ha praticamente mai affrontato e pertanto quello che aspetta il tecnico è un compito tutt'altro che semplice. L'allenatore però non pare preoccupato, anzi: “Nel calcio c'è anche l'avversario e perdere una partita ci sta. L'anomalia non sta nella sconfitta ma in quello che c'era prima di oggi, l'anomalia era vedere una squadra non perdere da quarantanove partite”. Decisamente inaspettate sono poi le parole che usa il tecnico per indicarci da dove intende ora ripartire: “Per me questo è il momento più bello. Può sembrare un paradosso ma è così. Questo sarà il momento dove andremo a misurare il nostro lavoro. Perdere fa parte di un percorso e sono sicuro che per noi oggi sarà l'inizio di un nuovo ciclo di vittorie. In fondo – conclude poi Caranzetti – il mio lavoro sta tutti qui, nel saper trasformare ciò che c'è di sbagliato in una squadra in qualcosa che funziona, saper trasformare il dolore in gioia”.

Cala così il sipario sul primo ed entusiasmante duello dell'anno tra Urbetevere e Vigor Perconti. Quello dei '99 è stato però solamente il primo appello di una sfida tra giganti che questo fine settimana vedrà affrontarsi, in un nuovo e rovente faccia a faccia, anche Giovanissimi e Allievi. A questo punto, come sempre, non resta che goderci lo spettacolo.