Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Urbetevere vs Savio, ormai ci siamo! Parola ai mister

Gianluca Lillo ed Eros Guglielmo si confidano alla vigilia del big match di via della Pisana



Ormai ci siamo. Mancano meno di ventiquattro ore al big match tra Urbetevere e Savio e non potevamo che concludere questo speciale con le dichiarazioni dei due allenatori che, molto gentilmente, ci hanno concesso qualche battuta prima della partita. C’è tanta voglia di vincere, ma soprattutto di regalare grande spettacolo...  

GIANLUCA LILLO (Urbetevere)
Image titleLa vigilia di una partita così è sempre particolare. C’è ansia ma allo stesso tempo una gran voglia di scendere in campo. Gianluca Lillo, tecnico dell’Urbetevere, non ha paura: “Il Savio è una squadra che rispetto, ma non temo nulla di loro. In questo momento dobbiamo concentrarci solo su noi stessi, poiché alterniamo grandissime prestazioni ad altre meno belle. Speriamo di fare bene ma non vedo l’ora di giocare: Urbetevere e Savio, e ci metto anche la Lodigiani, sono tre grandissime squadre, che giocano in maniera propositiva, speculativa. Proprio come piace a me”. Tra la speranza di far bene e qualche piccola preoccupazione sulla rosa: “Noi arriviamo a questo appuntamento forse non nel periodo migliore della stagione, i risultati vengono lo stesso ma abbiamo qualche assenza importante. Loro vivono un momento straordinariamente positivo e sono convinto che assisteremo ad una partita molto equilibrata”. Decisivi, come spesso capita nei match d’alta quota, saranno gli episodi: “All’andata potevano vincere entrambe, ma alla fine l’ha spuntata il Savio all’ultimo minuto dopo un nostro clamoroso errore. Gli episodi in queste partite contano molto. L’importante è assistere ad una grande partita ricca di spettacolo”.    

EROS GUGLIELMO (Savio)
Eros Guglielmo, tecnico del SavioE’ un allenatore che non parla molto con la stampa. E’ uno che preferisce lavorare esclusivamente sul campo, insegnare calcio senza fare falsi proclami. Ci sta riuscendo, alla grande, con i suoi 2000, che dalla vetta della classifica comandano il girone A e domenica hanno l’occasione per chiudere i conti sulla prima posizione. Eros Guglielmo, mister del Savio, preferisce rimanere con i piedi per terra: “Vincere con l’Urbetevere sarebbe un grande risultato, ma non ci permetterebbe comunque di blindare matematicamente il primo posto. Loro hanno un po’ più di qualità rispetto a noi, ma questo Savio è cresciuto di più nel corso della stagione, come gruppo, come gioco. Questo però non basta, sarà una partita molto equilibrata. I ragazzi devo stare sereni, entrare in campo con la solita tranquillità e dare il massimo”. Il tutto affrontando la partita con il solito spirito: “Imposteremo la partita come abbiamo sempre fatto: non mi piace vincere giocando con palla lunga e pedalare perché non sarebbe calcio, non stai insegnando nulla ai ragazzi.”. Anche se il pareggio non sarebbe male: “Sì – sottolinea Guglielmo - ma solo se siamo al trentesimo del secondo tempo. Loro devono cercare di vincere a tutti i costi, ma noi non entreremo in campo per difenderci, anzi, li attaccheremo dal primo minuto e proveremo a prenderci l'intero bottino”.