Notizie
Categorie: Altri sport

Valeria Pirone trascina la Res Roma: Como ko al Vianello

Straordinaria prova dell'attaccante che firma una tripletta: la capolista di Melillo non si ferma più



RES ROMA 3

COMO           1

MARCATORI Pirone 8′pt, 8′st, 10′st (R), 25′st Erba (C) 

RES ROMA Pipitone,  Colini (22'st Pittaccio), Cunsolo, Fracassi, Villani, Morra, Ciccotti, Coluccini (15'st Simonetti), Nainggolan (33'st Marzi), Nagni, Pirone PANCHINA Caporro, Nicosia, Palombi, Ceccarelli ALLENATORE Melillo

COMO Piazza, Tagini (1'st Cavaliere), Cannone, Ubbiali (20'st Clerici), Bertone, Fusetti, Mazzola, Cortesi, Erba, Zanini, Ambrosetti (350st Del Vecchio) PANCHINA Presutti, Pellizzoni, Galletti ALLENATORE Cattaneo

ARBITRO Carrione di Castellammare

NOTE Ammonite Coluccini, Ubbiali


Valeria Pirone col pallone del matchQuarta vittoria in cinque gare per la Res Roma che batte il Como 3 a 1 e mantiene la vetta della classifica in coabitazione con il Brescia, che rifila 8 reti alla neo promossa Pink Bari. Mister Melillo deve fare a meno di Gambarotta e Biasotto, entrambe alle prese con sintomi influenzali, e opta per il consueto 4-3-3 con Pipitone tra i pali, Cunsolo, Colini, Morra e Fracassi in difesa, Villani, Ciccotti e Coluccini a centrocampo, Pirone, Nagni e Nainggolan in attacco.Sugli spalti si registra il record di presenze, e il folto e caloroso pubblico romano sospinge le padrone di casa che partono con il piede sull’acceleratore, e passano in vantaggio al nono minuto con Pirone, sugli sviluppi di una punizione battuta da capitan Nagni.Sulle ali dell’entusiasmo la Res Roma chiude il Como nella propria metà campo, e sfiora il raddoppio con Ciccotti, che ci prova dalla distanza, e con Nagni e Pirone, sempre pericolose nella trequarti avversaria. Il Como prova a rispondere con Erba e Cortesi, senza però mai impensierire Pipitone.Nella ripresa si ripete il copione d’inizio gara: avvio fulmineo e raddoppio al nono minuto ancora di Pirone che sfrutta un errore della retroguardia comasca e con un delizioso pallonetto supera Piazza e firma il due a zero.Passano due minuti e giunge il tris: tiro dalla distanza di Coluccini, ribattuta di Ubbiali e destro al volo di Pirone che da fuori area firma il tris tra gli applausi del pubblico romano. Al quarto d’ora è il turno di capitan Nagni che semina il panico tra la difesa lombarda e di sinistro colpisce in pieno il palo sinistro della porta di Piazza.Mister Melillo è costretto a rinunciare a Coluccini, per una botta al quadricipite, sostituita da Simonetti, e poi manda in campo Pittaccio e Marzi al posto di Colini e Nainggolan. Alla mezz’ora il Como accorcia le distanze: contatto in area tra Fracassi e Zanini, per l’arbitro è rigore, e dal dischetto Erba non sbaglia e sigla il gol della bandiera per le ospiti.Nei minuti finali Nagni sfiora ancora il gol con un diagonale dalla sinistra, mentre Pipitone sventa in angolo una conclusione di Ambrosetti.


Le parole del tecnico giallorosso, Fabio Melillo: "Risultato importantissimo ai fini della nostra classifica. Sono contento anche della prestazione, perché a tratti abbiamo giocato un ottimo calcio; per dare tanta intensità alla partita ogni tanto le ragazze hanno bisogno di rifiatare, e accusano dei momenti di stanchezza, ma siamo stati in grado di mantenere sempre in mano il pallino del gioco, creando diverse occasioni. Abbiamo ottenuto un risultato importante, contro una concorrente per la salvezza: sembra strano affermarlo ma è il nostro obiettivo e non dobbiamo pensarla in maniera diversa da questa."