Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Vavà (Lazio):"Non vedo l'ora che inizi il campionato"

Le parole del brasiliano dopo l'amichevole dei biancocelesti persa al PalaGems contro la Lokomotiv Kharkiv



La Lazio ha fatto il suo esordio stagionale nella primissima uscita del 2015/2016, l’amichevole internazionale contro gli ucraini della Lokomotiv Kharkiv, avversario di tutto rispetto che al PalaGEMS si è imposto per 3-5. Non contava certo il risultato per la squadra di Mannino, che doveva saggiare le condizioni del suo gruppo dopo poco più di una settimana di lavoro. Un gruppo tutto nuovo e con tanti esordienti in Serie A, che ha bisogno del giusto tempo per trovare l’amalgama migliore. In gol due volte Daniele Chilelli ed una Vavà. 


VavàVavà Ed è proprio l’italo-brasiliano, di ritorno alla Lazio dopo una stagione in prestito all’Orte in Serie A2, a commentare la prima partita della nuova Lazio: “Questa amichevole è stata la primissima gara giocata insieme per questa squadra tutta nuova e siamo soddisfatti, in particolare mi è piaciuto il livello agonistico del gruppo, quasi tutti siamo all’esordio in Serie A e dobbiamo dimostrare di poterci stare, oggi si è visto il giusto atteggiamento”. Oggi pomeriggio si torna in campo per una nuova seduta di allenamento. La preparazione prosegue: “Stiamo lavorando molto bene, il Prof. Scacchi è un grande preparatore, lo stiamo seguendo con attenzione ed i risultati si vedranno. Lo scorso anno purtroppo i sono infortunato presto e non ho potuto usufruire a pieno del suo lavoro prima di andare in prestito, ma ho potuto apprezzarlo da vicino e comunque la mia opinione è confermata da tutti i giocatori che sono passati per la Lazio e ne parlano bene. Io sono contento e mi sento cresciuto rispetto allo scorso anno, quando probabilmente non sarei stato pronto per la Serie A, mentre adesso non vedo l’ora che inizi il campionato”. Squadra tutta nuova, compagni tutti da conoscere. C’è qualcuno che ha colpito particolarmente l’attenzione di Vavà? “M trovo bene con tutti, ma credo che per noi che dobbiamo esordire in Serie A l’esperienza di giocatori come Gioia o Juninho sia importante, come anche quella di Rodrigo Escosteguy che anche se molto giovane era qui lo scorso anno ed ha già giocato nel massimo campionato italiano”.