Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Velletri, parla Matteo Felci: "Vogliamo vincere con gli Allievi e fare bene con la Juniores"

Intervista al portiere veliterno protagonista con due categorie del team biancoceleste: "Devo molto a mister Nanni e ad Enrico Scalchi"



Matteo Felci e il suo compagno di repartoContinua il buon momento dell’ASD Velletri C5 guidata da Mister Nanni. Venerdi 12 dicembre la compagine dei Castelli Romani è andata a pareggiare per 3 a 3 sul difficile campo della prima in classifica Olimpus Olgiata. La squadra di casa ha comandato la partita, ma il Velletri messa benissimo in campo con una tattica accorta e pronta alle ripartenze porta a casa un punto preziosissimo. Come sempre il mattatore di giornata è stato Alessio Vicario autore della tripletta.Un altro protagonista è stato Matteo Felci autore di almeno  4–5 parate, che hanno spinto gli avversari a complimentarsi con lui a fine gara.

A fine partita lo abbiamo incontrato e abbiamo spaziato sul momento della squadra.


Momento di notevole soddisfazione personale: due convocazioni nella rappresentativa regionale, indiscusso protagonista nella categoria juniores dove, ricordiamo, stai giocando sotto età.

La convocazione nella rappresentativa regionale è una grandissima soddisfazione a livello personale, e spero di essere richiamato anche in futuro. Nella juniores, indiscusso protagonista mi sembra troppo, sta facendo bene tutta la squadra anche se giocare sotto età si fa sentire e a volte l’inesperienza la fa da padrone


Ad inizio campionato pensavate di essere tra le prime in classifica nella categoria juniores e secondi nella categoria Allievi?

Nella categoria juniores nessuno pensava che a metà campionato ci saremmo trovati tra le prime, ma già dopo la prima gara in trasferta contro l Albano capii che avevamo tutte le carte in regola per fare un buon campionato. Negli Allievi invece sapevamo di essere una delle squadre più forti del girone, ed il nostro obiettivo rimane sempre la parte più alta della classifica e faremo di tutto per raggiungerla


La tua crescita continua è sotto gli occhi di tutti.

Il progresso di crescita di un giocatore non è altro che la conseguenza di un impegno costante e continuo negli allenamenti, ma per realizzare ciò, oltre che la buona volontà, è necessario anche il lavoro di gente preparata, la quale in incide profondamente nella crescita di un giocatore. Nel mio caso devo ringraziare, oltre che mister Nanni, il mio preparatore dei portieri Enrico Scalchi, che mi aiuta costantemente ormai da due anni a questa parte e che, oltre ad essere un grande allenatore, è soprattutto una grande persona.


Fino ad oggi te e Ludovico vi dividevate la porta nella categoria Allievi, questa settimana è arrivato un nuovo portiere, Matteo Palumbo, secondo te cosa vi può dare?

Io e Ludovico abbiamo un grande rapporto di amicizia, dentro e fuori dal campo. Mi ricordo quando arrivò la prima volta,  non riusciva nemmeno a rinviare la palla a metà campo, mentre adesso è un portiere con tutte le basi necessarie per far bene. Matteo è un bravissimo portiere con il quale ho avuto in passato anche il piacere di allenarmi nella rappresentativa oltre a incontrarlo come avversario in campionato. Con il suo arrivo però, siamo in tre, e questo deve essere da stimolo per migliorare sempre di più. Sicuramente tutti troveremo i giusti spazi.


Infine due parole su Mister Nanni e su dove può arrivare questa squadra.

Per mister Nanni due parole sono poche. È grazie a lui se in questi anni siamo riusciti a ottenere dei risultati. Sono ormai diverse stagione che il mister lavora con questo gruppo, e spero possa continuare ancora per altri anni a venire, ma nel frattempo pensiamo a far bene in campionato.