Notizie
Categorie: Altri sport

Venerdì 6 Novembre su il sipario sulla Nazionale di Rugby a 7

Appuntamento nella sala giunta del Coni alle ore 11.00. Presente come supporter d’eccezione chef Rubio



Chef Rubio Venerdì 6 Novembre 2015 alle ore 11.00, nella Sala Giunta del CONI (Largo Lauro de Bosis,15 in Roma), si terrà la presentazione di Roma 7 Hills Rugby, il primo club italiano di Rugby a 7. Nell’occasione verrà presentata anche la maglia ufficiale della squadra firmata da Ferrero Cinemas e Fisiolab, in qualità di sponsor. All’evento parteciperanno prestigiosi rappresentanti istituzionali e sportivi tra cui: Giovanni Malagò, Presidente del CONI, Michele Baldi, Capogruppo Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio, Alfredo Gavazzi, Presidente della Federazione Italiana Rugby,Orazio Arancio, Responsabile CONI Rugby 7, Andy Vilk, Allenatore della Nazionale Italiana di Rugby, Giulio Rubini, fondatore di Roma 7 Hills Rugby. Supporter d’eccezione dell’evento, a cui prenderanno parte anche i responsabili di CUS Roma, Fiamme Oro, Lazio Rugby, Villa Pamphili Rugby, Frascati Rugby, Primavera Rugby, sarà il noto Chef Rubio.“Gli ultimi mondiali di rugby hanno dimostrato che c’è sempre più attenzione nei confronti di questo sport. Questo è un fatto estremamente positivo perché, a differenza di altre discipline, ci sono meno interessi economici e più passione, più coraggio. Il rugby a 7 poi, che dal 2016 viene inserito tra le discipline olimpiche, è destinato a crescere esponenzialmente a livello mondiale ed è importante che l’Italia non resti indietro rispetto ad altri paesi che hanno preso atto di questa realtà investendo e sostenendo la crescita di questa disciplina” dichiara Michele Baldi.“Roma 7 Hills è un progetto innovativo e indipendente – dice Chef Rubio – Una realtà sportiva, nata dal campo, creata dai giocatori per i giocatori. Per questo merita di essere sostenuta. E’ una sorta di ‘club 2.0’ aperto alla condivisione di attività con tutte le identità rugbistiche che esistono sul territorio nazionale e a cui, per la prima volta, si va a proporre una continuità agonistica che dura tutto l’anno. E' un bel lavoro di squadra e sono orgoglioso che mio fratello sia tra i fondatori. Sono convinto che Roma 7 Hills può essere una spinta significativa all’intero assetto del rugby italiano".