Notizie

Venerdi prossimo inizierà la quinta edizione di "Cassino che legge"

Si tratta del primo di cinque appuntamenti di una kermesse ormai entrata a pieno regime tra gli appuntamenti attesi dalla cittadinanza. Al centro in particolare i testi, le poesie e le composizioni prodotte da autori locali



Image title

Con la presentazione de "Il Principe Anselmo" venerdi prossimo andrà a cominciare la quinta edizione di "Cassino che legge", appuntamento culturale che sta entrando a pieno regime tra le principali attrazioni culturali della cittadina ciociara, promossa dal Comune di Cassino in collaborazione con il sito tantestorie.it (curato dalla giornalista Paola Caramadre), un portale all'interno del quale è possibile leggere giornalmente racconti brevi ed inediti. L'iniziativa, che ha come obiettivo fondante di promuovere la conoscenza e diffondere volumi di saggistica, narrativa e raccolte di poesie, cerca di proporsi come rassegna di scritti realizzati da autori locali. Tale manifestazione, che nelle precedenti edizioni si è rivelata un autentico volano capace di attrarre l'intera cittadinanza, non ha tralasciato un coinvolgimento pieno delle singole fasce di età, trasformandosi in un successo fisso, di anno in anno. L'edizione odierna proporrà un primo range di cinque appuntamenti dove verrà discusso il disagio sociale, con particolare attenzione ai temi della famiglia e dell'integrazione culturale: dunque è lecito pensare che anche per questo 2015 verrà registrato un notevole successo di pubblico. Image titleCome anticipato, il primo appuntamento si terrà il prossimo 20 novembre con la presentazione dell'ultima fatica letteraria di Palma Lavecchia, "Il Principe Anselmo" che si terrà a partire dalle 17 presso la Biblioteca comunale di Cassino; sarà un'occasione per immergersi nell'universo pirandelliano dell'autore, pur mantenendo un contatto con la realtà molto pronunciato, trattandosi di un lavoro in cui si racconta la vita popolare del periodo immediatamente successivo alla guerra ed in particolare le vicende che videro coinvolte le cosidette "marocchinate", ragazze ciociare rese incinte dagli stupri di guerra operati dalle armate marocchine di passaggio in quella che fu la "Linea Gustav". "Cassino che legge" andrà avanti sabato 28 novembre a partire dalle ore 15 con "La disprassia di un figlio speciale", di Adriana De Gregorio e Mirella Marandola e mercoledi 9 dicembre a partire dalle ore 17 con "Non picchiarla, non lo merita - Il dramma del femminicidio in Italia" di Antonio Moccia. Ancora, sabato 19 dicembre alle 17 ci si concentrerà su "Alzati con me" di Felix Adado. Infine, domenica 22 dicembre alle ore 18 verrà presentato "Federica, la ragazza del lago" di Massimo Mangiapelo.