Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Verde: “Olimpus pronta per la A2 e per il calore del Sud”

Parla il presidente blues con l'avvicinarsi dell'esordio nel primo campionato di serie A2 della sua storia



Il presidente Andrea Verde e Oscar Velazquez“L’Olimpus che abbiamo costruito dirà la sua in A2. La squadra sa soffrire quando viene pressata ed ha un buon possesso palla. Per noi sarà importante approcciare alle gare con il giusto atteggiamento, in particolar modo in trasferta”. E’ presto per fare i conti con quanto fatto finora ma Andrea Verde, Presidente dell’Olimpus Olgiata 20.12, è soddisfatto delle risposte che la sua squadra sta dando a mister Ranieri. Alla quarta settimana di preparazione, l’Olimpus ha disputato molte amichevoli di prestigio fornendo indicazioni interessanti in vista del prossimo campionato. Dopo tanto lavoro atletico, abbiamo una squadra che inizia a rispondere in maniera concreta sul campo. La gara con la Lazio e quella contro l’Acqua e Sapone hanno fornito degli ottimi spunti, in particolar modo nel primo tempo, a conferma dell’ottimo lavoro svolto da mister Ranieri e da tutto lo staff tecnico.  

Quali sono le sue aspettative per la prossima stagione, per quella che agli effetti sarà la stagione del debutto in A2?

“Veniamo da un precampionato di spessore. Il mister lo voleva così, cercava fin da subito impegni di altissimo livello credo per abituare i ragazzi fin da subito a quelli che saranno i ritmi della stagione che ci apprestiamo a vivere. Per noi aver giocato contro Rieti, Lazio e Acqua e Sapone è un onore. La squadra è stata costruita per fare un buon campionato, senza pressione. I risultati, al di fuori del tabellone, ci hanno fatto capire che la squadra è di grande valore, che ha voglia di giocare e sta aumentando la coesione del gruppo. La cosa che mi ha più colpito di queste amichevoli è che l’Olimpus fino al decimo minuto del secondo tempo è stata sempre in gara. Naturalmente ogni indicazione va presa con le molle, poiché sappiamo benissimo che si tratta di amichevoli estive. Abbiamo giocato non alla pari ma ci siamo fatti onore, anche quando ci hanno pressato e siamo stati bravi a gestire il pallone. Due caratteristiche che ci torneranno utili in campionato”.


Per mister Ranieri sarà importante incrementare la coesione di questa squadra anche se il gruppo dei nuovi ha già dimostrato di essersi integrato bene nella squadra, anche a livello tattico. Cosa si aspetta dai giocatori acquistati in estate, che rappresentano un po’ il valore aggiunto di questa squadra?

“I nuovi, al di fuori del loro valore sportivo individuale, mi hanno fatto un’ottima impressione: sono sia professionisti di questo sport che delle brave persone. Tutti loro hanno ancora molto da dare, hanno margini importanti di crescita e questo mi fa ben sperare”. 


Ci sono molte trasferte al Sud. Che ambiente si aspetta di trovare andando ad affrontare le squadre più forti del meridione?

“Uno degli ostacoli di questo girone viene dall’impatto ambientale. Il pubblico è molto caldo e le squadre sono molto seguite al Sud. Basta pensare che in queste realtà si riescono a realizzare delle campagne abbonamenti ad hoc in ogni stagione, cosa che non è pensabile in una città come Roma, che sicuramente offre tante altre possibilità. Saper affrontare queste trasferte senza subirle dal punto di vista psicologico sarà importante. Abbiamo preso giocatori che hanno giocato in categorie superiori che hanno giocato gare ben più dure di quelle che ci aspettano. L’importante sarà andare a giocare con serenità, professionale e, soprattutto, comportandosi nel modo migliore, vista l’importanza che diamo ai valori etici”.


Rosa importante e prestigiosa. Ci sarà tempo e voglia di tornare a fare mercato, magari nella sessione invernale?

“Godiamoci i ragazzi che abbiamo che sono il risultato di un mercato concepito attentamente. Ciascuno di loro per noi è un obiettivo studiato: sono quelli che abbiamo i giocatori che volevamo e che abbiamo ottenuto, grazie all’ottimo lavoro svolto da Franco Casilli e Gianluca De Angelis, con la collaborazione importantissima del mister Ranieri e di Adriano De Bartolo. Non guardiamo adesso a quello che saranno possibili rinforzi”.


Image title